Il blog di Isico dedicato alla scoliosi
Cerca nel blog

Estate col corsetto!

26 giugno, 2017 (14:04) Di: ISICO

Finalmente l’estate, le vacanze sognate da mesi e… il corsetto da portarsi dietro, un amico un po’ scomodo soprattutto in questa stagione. Come rispettare le ore di indossamento e godersi le vacanze?

Bisogna sfruttare al meglio possibile le ore di libertà, magari preferire il fresco della montagna, soprattutto se si deve indossare il corsetto a tempo pieno. Se viaggiate in aereo è consigliabile portare appresso la prescrizione medica e farne una traduzione in inglese.

Con il caldo bisogna prendere piccoli accorgimenti per prevenire possibili disturbi: lavarsi spesso, cambiare la maglietta (cercando di ridurre al minimo il tempo impiegato) e utilizzare, nella parte ascellare, dei sottili salvaslip, che si possono cambiare frequentemente, quando si suda molto.

Il bagno, in mare o piscina, non è vietato a chi porta il corsetto: quindi non è necessario ritagliare piccoli momenti alle ore di “libertà”, ma si può fare continuando ad indossare il corsetto. Sì, dei veri e propri bagni “corsettati”.

Per fare il bagno con indosso il corsetto basta rispettare una piccola serie di accorgimenti, facendo attenzione e ricordando che non tutti i corsetti purtroppo lo permettono.

 

6 regole per fare il bagno con il corsetto:

  • togliete il Thermobrace prima dell’immersione in acqua, avendo cura di non tenerlo al sole. Ricordate di riposizionarlo al termine del bagno
  •  se fate il bagno in mare sciacquate bene il corsetto con acqua dolce per togliere la salsedine
  • asciugate bene il corsetto
  • non utilizzate il phon ad aria calda per asciugare le spinte ed evitate l’esposizione diretta del corsetto al sole estivo. In particolare, il sole può surriscaldare le parti metalliche che oltre a diventare roventi si dilatano. Di conseguenza, i fori dove le cerniere si attaccano alle valve in plastica scaldandosi si allargano e si deformano in maniera pericolosa per l’integrità del corsetto, in quanto al momento del raffreddamento la parte metallica riprende le dimensioni iniziali mentre la plastica rimane irreversibilmente allargata e deformata.
  • se le spinte sono rivestite con l’alcantara, fatele asciugare molto bene perché questo materiale può rovinarsi facilmente
  • per una maggiore precauzione, potete rivestire interamente il corsetto durante il bagno con la maglia tubolare elastica (SOFT-TUBE o prodotto simile).

 

ATTENZIONE!

  • Non è possibile effettuare il bagno con il corsetto se la pattina che protegge l’addome è in cuoio, materiale che si rovina a contatto con l’acqua. È necessario sostituirla con una in plastica (parlane con il tuo tecnico ortopedico);
  • Nel caso di collaudo recente o se siete in procinto di fare un collaudo rivolgetevi alla vostra officina ortopedica di riferimento per maggiori informazioni e procedure da seguire legate alla tipologia del vostro corsetto
  • È importante seguire con attenzione le precauzioni indicate: il corsetto è un presidio medico fornito dal Servizio Sanitario Nazionale e occorre evitare i danni dovuti a negligenza.


Evitate di fare il bagno dove non si tocca anche se sapete nuotare!


Vi ricordiamo che trovate tante informazioni e indicazioni nel nostro Manuale “Indossi il corsetto? Ecco i consigli di Isico”: lo potete scaricare dal sito Isico o chiedere una copia in una delle nostre sedi.

Commenti

Commento di Chiara
Il 28/06/2017 alle 18:15

Buonasera,ho la scoliosi e porto il corsetto.volevo sapere se posso andare sugli acquascivoli,perché ho sentito che fanno male alla schiena,grazie

Commento di Alessandra Negrini
Il 30/06/2017 alle 09:43

Cara Chiara,
non riesco a immaginare come gli acquascivoli possano nuocere alla tua schiena, se non nel caso di un trauma. La tua scoliosi non ti impedisce di usarli, chiaramente nelle ore di libertà dal corsetto.
Buon divertimento!
Alessandra Negrini

Commento di Giuseppe
Il 01/07/2017 alle 11:35

Buongiorno,
a mio figlio di quasi 10 anni è stata diagnosticata una scoliosi dorsale di 30°. Premettendo che è stato operato più volte al cuore per cardiopatia congenita univentricolare, l’ortopedico al quale ci siamo rivolti gli ha prescritto il Milwoukee per 18 ore al giorno. Navigando su internet in cerca di notizie ho trovato il vostro sito e vorrei sapere sé è possibile fare una visita in qualche vostro centro a Napoli. Inoltre mi chiedevo se questo corsetto fosse l’unica soluzione. L’ortopedico ha riportato dopo la visita questi dati: Da T1 a T6 19° destra – da T6 a T12 29° sinistra –
da T12 a L5 20° destra Asse 0 Gibbo dorsolombare : 22mm R=0 – LL Ipocifosi. Certo di una vostra celere risposta la ringrazio anticipatamente.

Commento di Stefano
Il 07/07/2017 alle 23:11

Buonasera a tutti , ho 15, ed é da mercoledì che porto un corsetto chêneau, il dottore di cui sono in visita non ha misurato il grado di scoliosi poiché sprovvisto di compasso, comunque a occhio per lui é di 15 gradi. Mi ha detto di informarmi per fare esercizi posturali, attualmente sarebbe “inutile” farla ora perché io il mese di agosto non sarei piú in zona e dove vado non ci sono posti che lavorano in quel mese,quello che vorrei sapere e se inizio gli esercizi posturali a settembre, influirebbe negativamente sulla cura considerando che continueró a portare il corsetto 20\24 come prescritto?

Commento di Federica
Il 08/07/2017 alle 01:07

Ciao a tutti sono Federica e porto il corsetto da quasi tre settimane e non è facile portarlo anche perché io devo tenerlo 22/24 ore e quindi ho veramente poco tempo libero quindi quelle due ore che ho disponibili penso che le userò per riposare tranquilla (ho 11 anni) volevo chiedervi se avevate qualcosa da consigliarmi che io potrei fare ovviamente con il corpetto sforzesco grazie in anticipo.
E poi volevo anche dirvi che ho 40 gradi di scoliosi

Commento di Sara
Il 13/07/2017 alle 14:10

Buongiorno , sono la Mamma di una figlia con 15 anni ché deve portare il corsetto per 23 ore….abbiamo comminciato 3 giorni fa ed é molto molto faticoso e ha dolori….ci farebbe piacere sè qualcuno della nostra zona Alto Adige ci scrivesse …..saluti

Commento di Monica
Il 15/07/2017 alle 23:03

Buongiorno, ospito una ragazzina di 16 anni per un mese. Il corsetto le ha provocato una piaga con ascesso , la ferita presentava pus, è stata pulita e medicata (forse è venuta anche a causa del fatto che il mio pediatra le ha consigliato di applicare fitostimoline che le ha ammorbidito troppo la pelle). Ora la guardia medica le ha prescritto crema antibiotica Fucidin poi le ha detto di togliere il corsetto per qualche giorno finché la piaga non è guarita. Cosa mi consigliate?

Commento di Claudia
Il 16/07/2017 alle 10:27

Buongiorno a tutti! Siamo di Roma e mio figlio di 6 anni e mezzo porta lo sforzesco da più di 3 anni. Recentemente ha manifestato il desiderio di fare amicizia con qualche “suo” o sua “collega”, ovvero con qualche bimbo che porti anch’egli il corsetto come lui.
Se qualcuno è interessato a fare amicizia mi scriva pure all’indirizzo email masterdigital0207@gmail.com

Buona giornata a tutti,
Claudia

Commento di Monia Lusini
Il 17/07/2017 alle 12:47

Buongiorno Sig.ra,
togliere il corsetto significherebbe rischiare di vanificare tutto il lavoro ed il sacrificio fatto dalla ragazza in questi mesi/anni, pertanto lo sconsiglio fortemente. Al massimo potete ridurre l’orario di indossamento con una,massimo due pause di rispetto al consueto, di circa un paio d’ore rispetto al solito per favorire la guarigione cutanea. Generalmente il consiglio che diamo prima di che insorga una vera e propria piaga è l’applicazione di crema all’ossido di zinco e se invece si è già formata i cerotti di Nuderm, pulite e disinfettate sempre bene la ferita affidandovi ad un medico.
Vi faccio un gran in bocca a lupo
Cordialmente
Monia Lusini

Commento di Alessandra Negrini
Il 21/07/2017 alle 14:53

Caro Stefano,
segui le indicazioni del tuo medico. Se ti ha detto di iniziare subito con gli esercizi, datti da fare per trovare qualcuno che ti possa seguire dove sarai in vacanza, o trova un terapista che ti spieghi bene alcuni esercizi che tu possa fare in autonomia quando sei via.
Se invece ti ha permesso di iniziare a settembre, rimani molto attivo perchè il corsetto che indossi per quasi tutta la giornata non ti indebolisca la muscolatura del tronco. Appena tornato dalle vacanze, inizia subito a fare gli esercizi specifici perchè servono non solo a mantenere la muscolatura, ma in particolare a stabilizzare la correzione che ottieni con il corsetto, di modo che quando ridurrai le ore di indossamento del corsetto o arriverai a toglierlo del tutto, la tua schiena non ceda nella direzione della scoliosi.
Ti saluto
Alessandra Negrini

Commento di Alessandra Negrini
Il 21/07/2017 alle 14:55

Ciao Federica,
in questa stagione ti consiglio di togliere il corsetto nelle ore più calde, o per farti un bagno in piscina. Per sopportare meglio il caldo usa ventilatori o l’aria condizionata.
Ma non limitarti e cerca di continuare a condurre la vita di prima, trascorrendo del tempo con gli amici e facendo del movimento. E’ probabile che la prossima estate tu possa avere qualche ora di libertà in più e sarà tutto ancora più facile.
Ti saluto
Alessandra Negrini

Commento di Federica
Il 24/07/2017 alle 11:52

Ciao Alessandra potresti dirmi qualche attività che potrei svolgere,grazie in anticipo

Commento di Stefano
Il 24/07/2017 alle 23:41

Dottoressa Negrini la ringrazio molto per il suo intervento. Il problema é che l’ortopedoco mi ha lasciato alla deriva, ovvero mi ha detto di farli ma non mi ha detto se subito o potevo aspettare, oltre a questo non mi ha detto neppure cosa fare per la pelle, ho dovuto imparare tutto da solo in queste due settimane, e se non avessi trovato il vostro sito credo che sarei qui con la pelle rovinata dal corsetto.Il corsetto mi ha spiegato come metterlo il personale dell’officina, poi quando l’ho portato ad omologare/collaudo l’ortopedico neppure l’ha uscito dalla busta. L’uniche informazioni ricevute da lui sono state il tipo di busto chéneau, che ho una rotoscoliosi superiore , per fortuna dalle radiografie si nota che il la colonna inferiore sta attualmente reggendo e si deve cercare di farlo rimanere cosi, non misurata perché sprovisto di compasso, per l’ortopedico sono 15 gradi, ho fatto la stessa domanda al dottore dell’officina e ha detto per lui ha occhio 25, come si nota c’é una grande differenza e siamo vicini ai 30 grado, io personalmente spero che abbia ragione l’ortopedico ma il dubbio persiste. Infine l’ultime informazioni ricevute sono state le ore di corsetto 20/24 e che ho una scapola piú in fuori. Scusate lo sfogo, ma capitemi che avendo scoperto la scoliosi a 15 anni sarebbe un dispiacere fare tre anni o piú di sacrifici e poi peggiorare non per colpa della scoliosi ma per colpa di cure non adeguate, per fortuna ogni volta che mi sento giú per questo vengo su Isico e leggo commenti vecchi e mi do forza.

Commento di Stefano
Il 24/07/2017 alle 23:44

Vorrei dire una cosa invece ai ragazzi e ragazze che come me hanno il corsetto, chiamiatello così che busto sempra un nome medievale: Il corsetto consideratelo un compagno di viaggio scomodo, perché il trattamento della scoliosi é un viaggio, un viaggio lungo e in salita ma c’é la vetta ed quando saremo arrivati saremo fieri di noi, perché in questo viaggio abbiamo avuto forza di volontà anche nei momenti piú difficili. Il corsetto non vi rende diversi potete fare tutto , tipo io ho fatto l’animatore di un grest e con due magliette adosso facevo rampe di scale per portare i bambini in bagno, prendergli la palla e sedermi a terra con loro, e non si accorgevano di niente, solo quando mi abbracciano e volevano sempre vederlo e toccarlo perché gli sembravo una tartaruga nija, quindi chi lo indosserà vi posso dire state tranquilli e se qualcuno vi insulterá lasciatelo perdere meglio perderli che avere gente cosi come amici

Commento di Carlo
Il 25/07/2017 alle 19:32

Bravo Stefano,hai perfettamente ragione

Commento di Federica
Il 25/07/2017 alle 20:18

Bravo Stefano
Hai perfettamente ragione

Commento di Francesca
Il 25/07/2017 alle 22:28

Io ho 19 anni anni e una scoliosi di 32°. Sono migliorata tantissimo (ho perso 13° in 10 anni). Nonostante ciò la scoliosi mi ha lasciato dei problemi “psicologici” che faccio fatica ad affrontare. Non dico di sentirmi diversa dagli altri perché non è assolutamente così. Però a volte quando mi guardo mi allo specchio e vedo i miei fianchi asimmetrici (nonostante i gradi siano pochi, si vedono comunque alcune differenze) sto male. Sto male perché i miei amici mi stanno chiedendo tantissime volte di andare al mare e io rifiuto sempre. Il mare mi piace tantissimo ma ci Vado solo con i miei, e l’ultima volta che sono andata mi sono innervosita perché la spiaggia era piena di ragazze che erano totalmente dritte, con dei fianchi praticamente uguali. A volte cerco di essere forte poi, invece, ci sono dei giorni in cui non ce la faccio e piango in camera da sola. È stato un percorso difficile, adesso sto benissimo non ho dolori, faccio tanto sport, metto i tacchi e uso anche vestiti aderenti. Questo difetto si vede soltanto al mare, e questo mi da molto fastidio. Sto lavorando tanto su me stessa ma non è facile, credetemi. A volte penso che la soluzione sia l’intervento…anche se dubito che qualcuno mi operi solo per questo motivo. Voi cosa dite?

Commento di Federica
Il 26/07/2017 alle 12:18

Ciao Alessandra grazie, ma io intendevo qualche attività che potevo svolgere con il corsetto qualcosa che posso fare perché con questo caldo non mi viene in mente niente,e poi io vivo in un posto dove c’è moltissimo caldo infatti a casa ho quasi sempre il condizionatore (vivo in Sicilia),grazie in anticipo

Commento di Ersilia
Il 29/07/2017 alle 00:12

Ciao Federica, purtroppo non è per niente facile trovare attività da fare in estete con il corsetto, sopratutto nelle ore più calde. Il primo anno che ho indossato il corsetto lo dovevo tenere 23/24, in pratica avevo solo un’ora di libertà. É stato difficile sopratutto perché anche a me era fine luglio quando ho iniziato a metterlo. Io personalmente nell’ora di libertà, verso le 5 del pomeriggio, facevo il bagno in piscina (a casa) e poi una bella doccia per rinfrescarmi e questo mi aiutava anche a sopportare il resto del pomeriggio e la serata con più “freschezza”. Quando lo si deve portare per tante ore in estate c’è ben poco da fare, anche se in teoria potresti fare tutto la pratica è più dura. Però tra un pò l’estate finisce e vedrai che il corsetto ti terrà bella al calduccio in inverno e con il tempo diventerà sempre più semplice gestirlo. La prossima estate sarà migliore;)

Commento di Ersilia
Il 29/07/2017 alle 00:17

Stefano concordo con te su tutto. Anche io ho fatto il grest con il corsetto per due anni di fila, quest’anno finalmente ho potuto farlo senza e sebbene sia stato molto meno dura mi è mancato (solo un poco poco però haha) perché era una cosa con la quale agli occhi dei bambini sembri addirittura speciale, quasi fossi un supereroe!

Commento di Camilla
Il 09/09/2017 alle 02:38

Salve a tutti, vorrei una informazione:la prossima estate dovrò essere operata per correggere la mia scoliosi, e mi chiedevo se in seguito all’intervento la mia altezza aumenterà?(ora sono alta 1.63-64 m)
Ps:un in bocca al lupo a tutti quelli che hanno appena intrapreso questa difficile missione, io dopo 3 anni mi sono arresa e ho deciso di risolvere la faccenda con le armi, ma fidatevi costanza buona volontà ma sopratutto accettazione e ne uscirete vincitori( il trucco per nascondere tutto? maglie larghe, capelli lunghi o meglio fregatevene, cosa che io non sono mai riuscita a fare, eh già il mio tallone d’Achille)

Commento di Alessandra Negrini
Il 18/09/2017 alle 09:51

Cara Camilla,
la riduzione delle curve, che è uno degli obiettivi dell’intervento chirurgico, si accompagna sempre a un aumento in altezza. E’ impossibile prevedere di quanto sarà ma fai questa domanda al chirurgo che ti opererà, conoscendo bene la tua situazione potrebbe essere più preciso.
Ti saluto
Alessandra Negrini

Commento di Flavia
Il 03/10/2017 alle 21:20

Camila, ma quanto era la tua scoliosi di partenza? Sono una mamma con tanti dubbi in testa.. Vorrei capire la efficacia del uso del corsetto in curve oltre 40 gradi..

Commento di Laura
Il 03/10/2017 alle 21:43

Flavia togliti ogni dubbio consulta chi si occupa di questo problema .anche io sono una mamma confusa

Commento di Flavia
Il 03/10/2017 alle 22:13

Purtroppo Laura ci sono discordanza tra diversi ortopedici.. Per cui vorrei conoscere le storie delle persone così almeno proverò a capire meglio.

Commento di Lura
Il 03/10/2017 alle 22:32

Flavia ti mando la mia mail laurarizzo@gmail.com se vuoi io ci sono

Commento di Flavia
Il 04/10/2017 alle 20:47

Ciao non penso altro che scoliosi. Praticamente sto studiando tutto su scoliosi. Forse sono veramente terrorizzata.. Vorrei chiedere se per fare rx quanto tempo prima deve togliere il corsetto? Abbiate pazienza con me, scrivo quasi tutti i giorni a questo blog.. Almeno ci siete

Commento di Laura
Il 04/10/2017 alle 21:38

Flavia scusa non ho capito tua figlia ha fatto le lastre?una visita?qual è l’esito?a noi la pediatra ha fatto l impegnativa e dopo una settimana avevamo già le lastre sullimpegnativa viene scritto priorità

Commento di Flavia
Il 05/10/2017 alle 06:58

Si si ha già fatto. Scoliosi doppia curva accentuata dorsale 42 gradi risser 1 ha 12 anni e mezzo. Usa il corsetto da giugno. Lionese 23 ore al giorno. Dicembre abbiamo una visita, rx e poi visita con diversi ortopedici per capire bene

Scrivi un commento