Il blog di Isico dedicato alla scoliosi
Cerca nel blog

Il corsetto non lo metto!

2 ottobre, 2006 (10:14) Di: Michele Romano

Uno spunto per laureando in sociologia: sostare all’uscita dello studio di un medico specialista della colonna vertebrale il giorno di visita dedicato agli adolescenti con scoliosi.
Di sicuro è possibile raccogliere materiale sufficiente a definire uno spaccato verosimile della vasta gamma di dinamiche relazionali tra genitori e figli negli anni così complessi dello sviluppo puberale.
Le espressioni del viso possono bastare, ma per non incorrere in errori, le frasi smozzicate che si possono cogliere sono estremamente illuminanti.
Si va dal sibilo rabbioso della ragazza “Ve lo potete scordare che mi metto il corsetto” accompagnati dallo sguardo smarrito dei genitori che si guardano, dicendosi con gli occhi “Come si fa… avevamo già tanti problemi di comunicazione…”
Si passa dallo sguardo irato di uno dei due genitori che guarda il coniuge e il figlio, complici di non aver voluto affrontare prima il problema e che, come una saetta comunica, muto “Era un anno che dicevo di fare qualcosa e adesso è troppo tardi…e ben vi sta che bisogna mettere un busto!”
Si continua con gli sguardi ottimisti e decisi di tutta la famiglia che esce dallo studio medico tenendosi per mano e si avvia al banco della segreteria, compatta come una falange macedone e pronta ad affrontare l’imprevista evoluzione con il sorriso sulle labbra.
E via così, con un ventaglio innumerevole di combinazioni…
Il corsetto, questa tegola devastante ed imprevista è entrata a sconvolgere l’equilibrio familiare.

Ma perché bisogna mettere questo corsetto? E sarà vero che non ci sono strade alternative? E se avesse ragione quel medico che commenta con disprezzo questo tipo di soluzione e parla di terapia psicologica? E allora, quel fisioterapista che sembra così rassicurante con le sue manovre dolci e che quando vede un busto scuote la testa e sorride? E quel vicino, come si chiama?…che conosce quel tipo che ha risolto il problema del figlio con dei plantari?

La reazione è più che umana: quando la soluzione di un problema che ci viene indicata non è la più semplice, la mente cerca istintivamente un’alternativa.
E questa situazione è veramente emblematica: un genitore che ha come aspirazione più grossa la felicità dei propri figli è costretto a dibattersi nel tormentato dubbio di chiedere alla persona che ama di più di fare un sacrificio indispensabile alla salute, oppure di cercare una strada diversa che però potrebbe essere pericolosa e creare problemi ancora maggiori.

Cosa può dire un fisioterapista che lavora da (tanti) anni in questo ambito e che ha figli in età a rischio ad un collega genitore, trascinato suo malgrado nel gorgo della scoliosi?

  1. Un medico esperto e coscienzioso non prescrive un corsetto alla leggera perché sa che si tratta di una indicazione difficile da accettare.
    Come fai, collega genitore, a capire se il medico è esperto? Non è un criterio assoluto, ma la quantità di misure che prende su tuo figlio e sulle radiografie è già un elemento illuminante.
    E come fai a comprendere, invece, se è coscienzioso? Questo è sicuramente più facile, perché quando darà la cattiva notizia, guarderà negli occhi tuo figlio cercando la sua collaborazione, spiegandogli bene perché ha deciso di chiedergli questo sacrificio.

  2. I corsetti attuali permettono soluzioni tecniche che riducono enormemente i disagi.
    Non ci sono più solo i corsetti con il collare. I corsetti moderni sono poco invasivi, si intravedono appena sotto gli abiti e consentono una vita assolutamente normale, con la possibilità di praticare quasi tutti gli sport anche senza toglierlo.

  3. Allo stato attuale, anche con tutti gli sforzi di ricerca che si stanno facendo, non ci sono alternative per il controllo efficace dell’evoluzione di una scoliosi impegnativa o a rischio di diventarlo.

E questo non sono io a dirlo ma la letteratura scientifica internazionale.

Commenti

Commento di Roberto Minoia
Il 04/10/2006 alle 17:24

Grazie, Michele.
Ti ringrazio per aver saputo così bene descrivere lo stato d’animo di un genitore quando gli si prospetta la possibilità che il figlio debba indossare un corsetto per i successivi cinque o sei anni.
Fino a ieri pomeriggio non sapevo quasi nulla sulla scoliosi.
Si, certo, sapevo che si manifestava con una curvatura della colonna vertebrale, ma pensavo che potesse migliorare con un pò di ginnastica mirata.
Poi la visita dall’ortopedico con le radiografie e la sua diagnosi che non lascia molto spazio alla speranza.
La curvatura attualmente è solo di 14 gradi ma, data la giovane età (11 anni appena compiuti) e la crescita ossea ancora in fase iniziale (Risser 0), le probabilità di una evoluzione degenerativa sono molto alte.
Alla mia domanda sull’utilità della cinesiterapia la risposta è stata secca: “Non serve a niente. Solo il corsetto lo potrà recuperare. Decideremo fra sei mesi, quando potremo valutare il grado di aggressività della patologia”.
Sono uscito sbigottito: non pensavo che fosse così grave… non credevo… non…
L’idea di vedere mio figlio “inscatolato” per i prossimi 6 anni mi spaventa, ma ciò che mi spaventa ancor di più è il non sapere, non conoscere, il trovarmi davanti ad una situazione nuova che non immaginavo di dover affrontare.
Poi la notte scorsa ho cominciato ad informarmi, a leggere altri pareri ed opinioni.
Mi dava fastidio, infatti, il dover aspettare sei mesi senza provare a far nulla per cercare almeno di rallentare il processo evolutivo della malattia.
E così sono approdato a voi. Mi avete trasmesso un’impressione di serietà ed esperienza. Ed allora mi sono detto “perchè non provare?”
In fin dei conti non farà certo male e, anche se dovesse servire soltanto a ritardare di qualche mese la prescrizione del corsetto, non sarà stato tempo sprecato, no?
Vorrei incontrarvi subito, ma purtroppo dovrò aspettare tre settimane (quanta gente che viene da voi!)
Comunque mi sento un po’ risollevato, e questo vuol dire già molto.
Grazie.

Roberto

Commento di xxx
Il 07/10/2006 alle 16:16

Ho quasi 16anni e so di avere la scoliosi da quando andavo alle medie. Non ho mai dato tanto peso alla cosa perchè io sto bene, non ho nessun fastidio e bè che sono storta si vede. Adesso ho quasi 55 gradi di scoliosi all?inizio ne avevo 45. Andavo da una fisioterapista che aveva un metodo tutto suo contro corsetti e interventi, ma adesso i miei mi hanno portato da un?altro dottore che vuole farmi mettere il corsetto che se non lo metto peggioro (dice lui). Il problema è che io non voglio proprio metterlo il corsetto! E il perchè è molto semplice, mi sentirei diversa, esclusa dai miei amici, da tutto, non potrei vestirmi come adesso e sono sicura che non riuscirei a praticare il mio sport. Insomma lo devo mettere? (sarebbe x un anno..e un anno è lungo)
Ale

Commento di Stefano Negrini
Il 09/10/2006 alle 16:30

Cara Ale,
non voglio invadere un campo che spero venga occupato da tante tue “colleghe” che hanno avuto lo stesso problema rispetto al corsetto e, dopo aver fatto una loro scelta, ti possano dare qualche aiuto per quella che tu devi fare oggi. Però, come medico, qualcosa te lo devo dire.
E’ vero: tu non senti nulla e ti accorgi solo dell’estetica. Il problema però, come sempre durante la crescita, non è solo l’oggi, ma è anche il tuo futuro.
In quanti campi oggi semini per raccogliere da adulta?
Nello studio. Nella formazione della tua personalità e della tua psiche. Nell’educazione. Nel tuo carattere. Eccetera eccetera.
Ora, purtroppo è così anche per la tua schiena. Se la lasci stortare troppo (e purtroppo già oggi è troppo), ti troverai con problemi tutta la vita. Il corsetto può essere un aiuto, ma deve essere portato molto bene, confezionato e controllato da grandi esperti, accompagnato dai migliori esercizi, e si deve vedere un risultato sufficiente già nei primi mesi, perchè purtroppo c’è l’intervento chirurgico dietro l’angolo: si deve cercare di evitarlo, ma sarà difficile e solo il massimo impegno tuo e di tutti quelli che ti stanno intorno potrà consentirti di farcela.
Detto questo, ti raccomando però soprattutto di fare una scelta. Non commettere l’errore che alcune fanno di decidere solo perchè NON VOGLIONO qualcosa. Tutti possiamo sbagliare nelle nostre scelte, noi adulti sappiamo di aver sbagliato tante volte: ma l’unico modo per poterci guardare indietro un domani senza troppi rimpianti è quello di sapere di aver scelto, considerando tutti i vantaggi e gli svantaggi, e quindi scegliendo il male minore perchè lo VOGLIAMO e non solo evitando qualcosa di cui abbiamo paura.
O la chirurgia, con la colonna bloccata per tutta la vita; o il corsetto, con alcuni anni di sacrificio; o nulla, con il peggioramento in età adulta. E’ difficile scegliere, ma scegli e poi persegui con coraggio la tua scelta, qualunque essa sia, sapendo che un domani potrai guardare indietro a questo momento come un momento difficile che però ti ha dimostrato che hai coraggio e sai scegliere. Perchè questo (scegliere), per la tua vita, conta forse anche di più del tipo di scelta che farai. Auguri.

Commento di Stefano Negrini
Il 09/10/2006 alle 16:31

L’intervento di Ale suscita un commento: diffidate di tutti quelli che usano una sola terapia per la scoliosi, qualunque essa sia, che viene proposta come alternativa a tutte le altre.
Le terapie per la scoliosi sono, in ordine di importanza per efficacia, esercizi, corsetto, gesso (che noi sostituiamo con il corsetto Sforzesco), intervento chirurgico. L’esperto sa che di nessuna di queste si può fare meno, anche se molti non vogliono usare gli esercizi pensando che non servano (e aspettano il peggioramento per mettere il corsetto …). Chi invece usa metodi alternativi e soprattutto esclusivi purtroppo spesso fa danni, che poi sono irreparabili.

Commento di silvia
Il 08/11/2006 alle 21:33

ciao Ale,
io ho 14 anni e anch’io da circa 3 anni so di avere la scoliosi. all’inizio io e i miei abbiamo provato ad andare da un fisioterapista siccome io il corsetto non lo volevo mettere e anche i miei genitori non erano molto d’accordo siccome non sapevano se si sarebbero ottenuti risultati positivi. dopo circa un anno e mezzo di cura mia mamma ha deciso di cambiare, di sentire anche altri pareri. così abbiamo consultato altri medici e tutti, dopo aver visto le lastre e la mia schiena, hanno detto che l’unico rimedio sarebbe stato il corsetto. io, come te, ero terrorizzata all’idea. Avevo paura di non essere accettata, di non potere più mettere tutti i miei vestiti, di non poter più fare sport, andare al mare o in piscina, insomma non volevo sentirmi diversa per paura di essere considerata in un altro modo dagli altri. Alla fine però, insieme al dottore, ho visto il mio problema punto per punto guardando come si sarebbe riversato sul mio futuro e i cambiamenti che avrei dovuto apportare sulla mia vita, cambiamenti brevi ma non di minore importanza. Per noi ragazzi la cosa principale non è il fastidio o doverlo portare ma il fatto estetico, che nessuno lo veda e che possiamo vestirci comunque come più ci piace. Alla fine ho ceduto e l’ho messo. Ho iniziato a metà luglio e per tutta l’estate lo mettevo solo la notte, in modo da abituarmi e da farmelo accettare. Piano piano, verso agosto, mi ero ormai del tutto abituata e non m’accorgevo neanche d’averlo. Allora iniziai a portarlo qualche ora durante il pomeriggio e finchè stavo in casa non c’era nessun problema, il dilemma nasceva quando dovevo andare uscire. Io ero la prima a non sentirmi a mio agio. Ti devo dire che mi ha aiutato molto il fatto di essermi confidata con la mia migliore amica perché ogni volta che uscivamo le chiedevo se si intravedeva qualcosa dai vestiti e come sempre mi diceva di no e poi potevo confidarle ogni mio dubbio o problema che nasceva portandolo senza tenere tutto dentro di me. Quindi se decidi di metterlo parlane anche con le tue amiche perché ti aiuterà ad accettarlo. I vestiti, invece, sono stati un problema anche per me all’inizio, perché le maglie con la pancia scoperta, anche se di pochissimo, non le puoi più mettere soprattutto non con i pantaloni a vita bassa. Per un po’ di tempo dovrai mettere maglie un po’ più lunghe ma adesso non penso sia un problema siccome vanno anche di moda sopra i jeans con una cintura legata alla vita. Quindi i problemi dei vestiti sono risolvibili con un po’ di creatività. Adesso poi stiamo andando verso l’inverno di conseguenza con i maglioni non si noterà nemmeno.
Io il primo giorno di scuola, quest’anno, non conoscevo nessuno quindi ero agitatissima soprattutto per il fatto del corsetto anche se dentro di me mi continuavo a ripetere che una amica non ti prende in giro o lascia in disparte per queste cose. Dopo qualche giorno una mia compagna mi ha chiesto se per caso portavo il bustino e a me mi è preso un attimo di panico perché lei aveva scoperto il mio “segreto” di cui nessuno sarebbe dovuto venire al corrente. Lei mi disse che anche una sua amica lo portava, anche se male, e che si era accorta che ce l’avevo siccome stavo sempre dritta.
A ed. fisica lo scoprirono anche le altre siccome dovevo cambiarmi la maglietta e non fui per niente rifiutata, anzi, mi fecero moltissime domande su come facevo a portarlo, se non mi dava fastidio ecc.. quindi fu una cosa positiva perché mi diede la possibilità di parlare del mio “problema” e di aprirmi anche con gli altri. Adesso non mi interessa più, a scuola non m’accorgo nemmeno d’averlo e se per caso qualcuno lo viene a sapere non sarebbe più un problema siccome ho imparato ad accettarlo. Quindi per far si che gli altri non ti lascino in disparte devi accettarlo prima di tutto te e impararci a convivere, perché il corsetto lo porti solo un anno ma il mal di schiena te lo porti dietro tutta la vita con il rischio di dover far, magari, un intervento chirurgico.
Con gli sport, invece, il problema non sovviene siccome il bustino lo puoi togliere qualche ora al giorno (di solito si parte da tre però non so a te cosa ha detto il dottore) quindi in quelle 3 h potrai benissimo praticare uno sport, poi diventeranno 6 e così via.
Spero ti sia stata da aiuto. Mi raccomando mettilo
Ciao silvia

Commento di Stefano Negrini
Il 10/11/2006 alle 08:56

Grazie, Silvia. Le tue parole così sincere e ricche di umanità saranno di grandissimo aiuto a tante ragazze per le quali, nonostante tutto quello che “noi dottori” (ma siamo anche noi dei papà, e cerchiamo di aiutare) possiamo dire o fare, il problema del corsetto è grosso e rimane tale. Grazie davvero. Il nostro blog è nato per questo.
Ciao e tanti auguri.
Per tutto.

Un papà dottore

Commento di francesca
Il 12/12/2006 alle 18:53

ciao a tutti! volevo dire ad ale di mettere quel corsetto! pure io devo metterlo, ho pianto tanto per questo, e ammetto che anche adesso faccio fatica a pensare che tra qualche settimana dovrò andare a metterlo! il mio problema è stato come il tuo, quello dell’estetica, del non essere accettata! ma grazie anche ad altri commenti, e confidandomi con le amiche, capisco che è la cosa giusta! però pensa te, io lo devo tenere fino ai 18 anni, e sai quanti ne ho adesso? 13!!!!!! ho una scoliosi dorso-lombare di 35°! inizialmente volevano mettermi un gesso per 2 mesi, ma i dottori poi hanno capito che si poteva evitare, così metterò un corsetto, che posso togliere solo per la doccia!!!! ma credo e spero di abituarmi!! quindi fidati non farne un dramma! quest’anno volerà, ne sono sicura! non so che darei per poterlo tenere 1 anno come te!!! quindi pensa, ci sono pure persone come me che ti ritengono fortunata!!! ora neppure io voglio metterlo, ma sono sicura che riuscirò a nasconderlo bene! spero che già l’anno prossimo potrò toglierlo qualche ora! sarebbe il massimo! un grande saluto a tutti! XD baci francesca

Commento di Elisa
Il 26/12/2006 alle 21:20

Cara Ale, mi chiamo Elisa e ho 15 anni ed ho una scoliosi nello stesso stato in cui è la tua.
Ho iniziato a mettere il corsetto quando avevo neanche 12 anni e lo portavo 24ore al giorno, quando lo ho scoperto ho pianto molto ma i miei genitori hanno saputo darmi quella forza necessaria per andare avanti ed affrontare tutti i problemi.
Come te ho pensato le stesse cose:
-Non posso vestirmi come un tempo perchè il corsetto è grande e i vestiti a vita bassa scivolerebbero via;
-Alcune persone che ti prendono in giro perchè non capiscono quello che stai passando;
I soliti pensieri che ti affliggono quando scopri queste cose.
Lo so, hai paura che ti prendono in giro, ti capisco, perchè a me è successo diverse volte, però tu non badarci perchè è per il tuo bene
Purtroppo solo chi ha questo problema può capire che se vogliamo evitare l’intervento, che tanto ci spaventa, bisogna trovare tutti i mezzi necessari per evitarlo e migliorare.
Da settembre il mio medico (Stefano Negrini) mi ha fatto il più bel regalo della mia vita, POSSO LEVARLO PER LE ORE DI SCUOLA!!!!!!!!!

Un saluto.
ELISA

Commento di Tamy
Il 27/03/2007 alle 16:58

Ciao Ale! mi chiamo Tamara, ho quasi 16 anni.. anch’io ho la scoliosi e devo portare il busto. Ho iniziato a mettere il busto quando avevo circa 12 anni; all’inizio dovevo portarlo 24 ore su 24, oggi invece sono arrivata a portarlo fino a 12 ore.. Fino a quest’estate l’ho sempre portato le ore che mi sono state prescritte ma poi ho iniziato a portarlo molto meno, adesso lo sto mettendo solo la notte per dormire e quindi solo per circa 6-7 ore. Fino a quando l’ho portato il tanto che mi era stato prescritto, ho sempre avuto dei piccoli miglioramenti ma l’ultima volta che sono andata a fare la visita mi hanno detto che sono peggiorata..Anch’io adesso non voglio più mettere il busto ma so che devo metterlo lo stesso se voglio ottenere dei risultati.. Ti consiglio di metterlo e di non fare il mio stesso sbaglio, cioè quello di non averlo più messo causandomi dei peggioramenti.. METTILO!!!!
Un saluto.
Tamy

Commento di Bea
Il 02/08/2007 alle 11:21

ciao francy!!! sono Bea anke io ho 13 anni e ho una curva dorsale di 38 gradi ke mi fa penare……..all’inizio i medici mi hanno detto di mettere il milwaukee ma poi mi hanno fatto mettere lo “sforzesco”. devo dire ke nn è x niente facile abituarsi al corsetto e a pensare ke me lo dovrò mettere x 23 ore al gg anke a scuola!!!!! la previsione + brutta è ke me lo metterò fino a 18 anni…….ma io nn voglio!!!!!!! fino a 18 anni ma siamo matti????? il prossimo controllo è tra 4 mesi…….incrociamo le dita!!! Baci

Commento di caterina
Il 17/05/2008 alle 17:15

vi stimo. sono una ragazza di 16 anni, che forse si fa troppi problemi. porto il busto dall’estate scorsa, e quando l’ho messo mi hanno garantito che la “vera” terapia sarebbe andata avanti per 1 anno, a causa del risser avanzatissimo…ma ora? all’ultima visita poco tempo fa mi sono state levate dalle mie belle 22 ore solo 2 ore. e non posso fare a meno di pensare che se durante l’estate precedente,passata con 6 ore di “libertà”, quasi cadevo in depressione, questi mesi saranno ancora peggiori (vivo in una località balneare, evitare il mare è una situazione paradossale!).
tuttavia non voglio fasciarmi la testa precocemente, e quindi per ora continuo a sperare che almeno quest’estate sia meno calda…

Commento di raffy
Il 18/05/2008 alle 09:13

ciao caterina io sono sara, ho 15 anni vivo pure io in una località balneare, porto il busto da dicembre, posso immaginare cosa provi all’avvicinarsi dell’estate io ho già caldo ora, posso toglierlo solo 3 ore al giorno, io non so ancora quanto dovrò portarlo anche xchè sono passati solo 5 mesi dall’inizio, un’ora mi era stata abbuonata dalla mia cara fisioterapista che ha convinto il medico, il controllo con le radiografie appena in settembre l’avrò, comunque il dottore mi ha detto che sono migliorata esteticamente, di questo sono contenta spero che vada sempre meglio ciao caterina

Commento di andrea
Il 08/01/2009 alle 22:23

la mia situazione è un pochino diversa dalle vostre: io porto il corsetto da quasi due anni e non sono mai riuscita a sopportarlo, ma non per il fatto che i miei amici sapessero che io lo portavo, per un fatto psicologico.. ..ho sempre l’impressione di essere legata, di non potermi rilassare e muovere come una sedicenne normale.

Commento di Martina
Il 15/01/2009 alle 18:38

Ciao Ale!! Mi chiamo martina ed ho quasi 16 anni…porto il corsetto da quando ne avevo 12. Quando mi hanno diagnosticato questa forma di scoliosi e praticamente mi hanno imposto il busto, credevo che il mondo mi stesse per crollare addosso e adesso invece, se ripenso al passato sono piu’ che sicura di aver fatto la cosa migliore…mettere il busto! alla fine se gli amici sono tali ti accettano x quella che sei dentro e non perchè ti vesti un po’ piu’ larga. sai…a causa del busto ho tagliato un sacco di amicizie false e sono felice di averlo fatto. spero che questo mio incoraggiamento ti sia d’aiuto…mi raccomando mettilo che altro che bene non ti può fare. un bacio grande!

Commento di luana almonti
Il 18/02/2009 alle 09:56

ciao raga …m kiamo luana anke io o la scoliosi da quando ero piccola. Ho appena finito di leggere alcune lettere di ragazzi, che hanno subito l’intervento kirurgico solo ora mi accorgo di quanto tempo io abbia perso.. A scuola ho amici fantastici, che si arrabbiano se non lo metto.. Mi hanno accettata per quello k sono , e mi incoraggiano sempre di +. Facendo l’Istituto d’Arte è molto scomodo xò per guarire bisogna un po’ soffrire..il mio medico Fabio Zaina mi ha detto k devo portarlo x 24 ore, praticamente tutto il giorno, togliendolo solo un’ora. Mia madre nn sa + quello che deve fare, tutto ciò accade per colpa mia, perchè sono solo una cretina che pensa solo alle stupidaggini come trucco, capelli ecc… solo ora che la situazione è peggiorata mi accorgo che ho perso molto tempo. Tra qualke mese c’è la visita ho paura che non possa essere + recuperabile… ho molta paura per l’intervento, su alcune lettere c’è scritto che hai finito di vivere se ti operano… questo non lo voglio ragà l’unica cosa è metterlo e non preoccuparsi delle maglie larghe…….ciao ragà vi voglio bene…….…

Commento di Ilaria
Il 31/03/2010 alle 15:13

Ciao a tutti, ho 10 anni e mi kiamo Ilaria. Da un po di tempo ho scoperto che ho la scoliosi (congenita). Il problema più grande è affrontare il corsetto. “Si sa che in questa fascia di età i maschi e le femmine si scontrano e così scoppiano le prese in giro su qualunque cosa (mi sono ricopiata tutte le parole della mia maestra quando in classe abbiamo parlato dell’adolescenza!), e qui siamo arrivati al punto: le prese in giro. Quando Fabio Zaina mi ha detto ke devo portare il corsetto x 23 ore al giorno, ho pensato subito al solito gruppetto di maschi impiccioni (poi si dice ke le femmine sn civette) ke si impicciano (appunto) nei fatti degli altri. Sicuramente, appena ne parlerò cn le mie amike, le orekkie di quegli scemi (scusate il termine, ma ci vuole proprio >:-( ) si metteranno ad ascoltare tutto quanto e a dirlo a tutti. Oltre a qst (grande) problema, c’è anke quello dei vestiti. A me piacciono abbastanza le maglie larghe, ma quando si mettono a lavare e rimangono solo quelle aderenti, è un vero problema. x ora non indosso il corsetto, ma tra qualke giorno lo andrò a ritirare. Un abbraccio a tutti.

Commento di MAMMA ANNA
Il 31/03/2010 alle 18:08

Carissima Ilaria, mi hai commossa, da quando leggo questo blog mi sembra di non aver mai letto un commento da parte di una signorina di 10 anni. Non ti preoccupare di indossare il corsetto, a volte i maschi ci sorprendono, sanno essere più sensibili di quello che può sembrare.Tu non far vedere che magari ti senti in difficoltà, mostrati disinvolta e determinata, e se qualcuno fa il cretino tu rispondigli che ci tieni alla tua salute e non intendi nemmeno ascoltare le sue stupide cavolate. Sicuramente avrai la forza e la determinazione per affrontare tutto ciò, e ricordati chi ti prende in giro non è degno della tua amicizia, ne troverai degli altri che ti apprezzeranno per altre tue qualità. Per quanto riguarda le magliette, non ti preoccupare ci penserà sicuramente qualcun altro a fartele trovare sempre pulite. Un grande in bocca al lupo e un abbraccio forte. Forza Ilaria se dovesse capitare di avere un momento di sconforto, collegati al blog così non ti sentirai sola, oppure puoi cercare sul blog ragazze tue coetanee, così scrivendovi vi scambiate pensieri dubbi o semplicemente scambiare “due chiacchiere”. Forza Ilaria che che non sei sola ce la farai. Ciao

Commento di giuseppe
Il 14/04/2010 alle 21:50

Ho una bimba affetta da emipertrofia, che porta scarpe ortopediche con rialzo di un cm e mezzo, da quando ha iniziato a camminare; ora ha 8 anni e pochi giorni fa con una radiografia abbiamo scoperto che ha una scoliosi ad ampio raggio del passaggio dorso lombare, concava a destra. Forse dovrà portare il corsetto? Devo ancora vedere l’ortopedico. Vorrei sapere se qualcuno ha avuto simile esperienza. Grazie

Commento di federica
Il 08/05/2010 alle 15:43

Ciao sono Federica, ho una scoliosi di 54°…..quando sono andata dall’ ortopedico mi ha detto che dovevo assolutamente mettere il gesso e l’ ho tenuto per 90 giorni…..potete immaginare il mio disagio e il dolore che provavo…..era fisso quindi non potevo toglierlo era ingombrante perché era fatto di gesso e quindi non potevo vestirmi e per me è stata una cosa terribile…..passati quei 90 giorni pensavo che il peggio fosse passato…..invece ho dovuto mettere il busto lionese e lo dovrò tenere fino a 18 anni, io ne ho 12…..lo porto 23 ore su 24 quindi lo porto anche a scuola,l a cosa più difficile per me…..oltre a darmi fastidio la cosa che non accetto è l’ aspetto fisico…..mettere per me le magliette larghe i jeans non a vita bassa, è molto difficile perché in realtà una persona di 12 anni pensa a questo…..per me con il busto guardarmi allo specchio non è molto piacevole…..ormai ce l’ ho da 2 mesi e mi sembrano un eternità…..i miei amici non mi fanno sentire a disagio, ma sono io che mi sento a disagio con loro…..perché loro possono correre possono abbassarsi ed io no e questa è una vera e propria scocciatura…..quando farò meno ore???????? Non ce la faccio…..spero di non avervi annoiato…..baci Federica

Commento di domenico
Il 09/05/2010 alle 17:06

Buon pomeriggio, sono Sergio e mio papà ha scritto sul vostro blog. Sapete dirmi se lo spinecor può salvarmi da un’altro corsetto e se è lo stesso efficiente? Mio papà ha intenzioni di portarmi da voi dopo la fine della scuola. Ciao Sergio 14enne

Commento di Stefano Negrini
Il 12/05/2010 alle 09:20

Caro Sergio,
Lo SpineCor è un ottimo strumento, ma non è altrettanto efficace dei corsetti rigidi. Però per molti ragazzi, che non hanno scoliosi troppo gravi, è un’ottima alternativa, perché è meno invasivo e consente uno sviluppo migliore del tronco. Come ogni medicina, va usato bene. Ossia, se si ha la polmonite si usano gli antibiotici e non la tachipirina, che invece va benissimo se si ha “solo” la febbre. Allo stesso modo, se si ha una scoliosi grave si usa un corsetto rigido, se meno grave lo SpineCor, se ancora meno grave possono bastare gli esercizi. L’importante è usare la terapia giusta al momento giusto. Quindi, nel tuo caso lo si potrà sapere solo dopo una visita accurata.
Ciao ed in bocca al lupo
Stefano Negrini

Commento di anna maria
Il 12/05/2010 alle 10:41

Forza e coraggio a tutti quelli che hanno deciso di operarsi. Io l’ho fatto 15 giorni fa. Un grosso grossissimo in bocca al lupo

Commento di claudia
Il 12/05/2010 alle 11:21

Ciao a tutti volevo chiedere ad Anna Maria che ha fatto l’intervento da pochi giorni… Io sono in attesa di farlo a……, abito a Roma e la distanza non e’ poca! Tu dove lo hai fatto? Hai girato per sentire il parere di altri chirurghi?

Commento di Antonio
Il 12/05/2010 alle 13:05

Ciao a tutti,
ci siamo, il percorso è terminato mi hanno finalmente comunicato la data dell’intervento 14 Giugno pensavo prima ma va bene lo stesso.
Un abbraccio a tutti

Commento di anna maria
Il 12/05/2010 alle 13:35

Ciao Claudia, mi sono operata a ……con il Prof. …….. che è veramente molto, ma molto bravo.

Commento di domenico
Il 13/05/2010 alle 05:53

Buon giorno Dott. Negrini, sono Sergio, grazie tante per avermi risposto. Volevo chiedere se mio padre ha ragione nel cercare un buon fisiatra per farmi fare esercizi che possano servire al mio caso in attesa di venire da voi, in quanto il dottore che mi visitò, disse che avevo il muscolo sx atrofizzato da anni, per cui mio padre pensa che sia utile inziare un lavoro per fare ciò. Secondo voi è giusto il suo pensiero???????? Sergio a letto con la febbre.

Commento di mary esposito
Il 13/05/2010 alle 08:43

Ciao Antonio, sono contenta…almeno la data è fissata.ti faccio un grosso in bocca al lupo!!!!! Facci sapere appena puoi di come è andato l’intervento….un abbraccio forte, forte….dai che tutto passera’…sii forte. Kiss mary.

Commento di anna maria
Il 13/05/2010 alle 12:04

Per Antonio, forza e coraggio e tanti, tantissimi in bocca al lupo.

Commento di claudia
Il 13/05/2010 alle 18:57

ciao a tutti… per Annamaria posso chiederti quanti gradi sei riuscita a recuperare! Perche’ io temo di non recuperarne abbastanza visto che sono arrivata a 60° Grazie ciao

Commento di valeria
Il 13/05/2010 alle 19:41

Cara Ilaria, sono mamma di una bambina di 10 anni e devo dire che che il tuo sembra un commento di una signorina, sembri molto matura! Anche in classe di mia figlia i maschi la prendono sempre in giro (anche se non ha ancora il corsetto ma lo porterà presto) e io le dico di ignorarli perché fanno così con tutte! Anche lei porta maglie lunghe perché si copre il sederino! Ti ho scritto questa mail per farti capire che non sei l’unica purtroppo, mia figlia fa ginnastica posturale da quasi 3 anni (ma è peggiorata comunque) se sarai brava e porterai con impegno il tuo corsetto, questi anni di sacrifici passeranno in fretta e resterà solo un brutto ricordo! Un abbraccio

Commento di federica
Il 22/05/2010 alle 13:38

scs annamaria ma quanti anni hai?????

Commento di anna maria
Il 22/05/2010 alle 13:46

Per Federica, io ho 56 anni e tu? Perché questa domanda? Ho scritto più volte la mia età, quindi…….

Commento di anna maria
Il 22/05/2010 alle 13:49

Per Claudia, non so quanti gradi avevo ma la mia era una scoliosi molto grave ed ora sono bella dritta.

Commento di claudia
Il 22/05/2010 alle 20:28

Grazie Annamaria per la tua risposta mi dai speranza e coraggio per affrontare l’intervento… sto pensando di farlo privatamente per accorciare i tempi perche’ la lista di attesa e’ molto lunga….Tu come stai , ti muovi meglio, il dolore e’ sopportabile?

Commento di anna maria
Il 22/05/2010 alle 21:35

Per Claudia, io mi sono operata il 28 Aprile ed a giorni andrò a visita di controllo dal mio prof. Ora mi muovo meglio ed i dolori sono diminuiti. Mi da fastidio il corsetto perché mi stringe molto i fianchi. La mia lista di attesa non è stata tanto lunga, circa un mese, dipende dal periodo.

Commento di anna maria
Il 22/05/2010 alle 21:37

per Federica, come mai non rispondi?

Commento di Claudia
Il 23/05/2010 alle 13:21

Per Annamaria ….dove vado ad operarmi io, la lista di attesa e’ di un anno e mezzo… il prof che mi opera ha detto che mi toglie il gibbo e mi rende simmetrici i fianchi pur avendo una scoliosi di 60° per questo ho paura di andare da altri perche’ per esempio a ….. questo non me l’hanno detto, mi hanno detto che al massimo posso arrivare a 30° con una lista di attesa di 5 mesi. Sono indecisa dove operarmi ma sicura di OPERARMI!!! Ciao a tutti.

Commento di anna maria
Il 23/05/2010 alle 17:15

per Claudia, vai ad operarti al ……?

Commento di Claudia
Il 23/05/2010 alle 19:05

Si! Il 7 giugno mi ricovero 2 giorni per uno studio progetto, CIAO

Commento di anna maria
Il 23/05/2010 alle 19:15

L’importante è che tu abbia fiducia nel prof. che ti opererà. Ti auguro ogni bene. Ciao

Commento di Antonio
Il 26/05/2010 alle 10:26

Annamaria grazie dell’incoraggiamento. Se ti va puoi scrivermi a antonio.iervolino@mail.wind.it Un abbraccio e sono io che mi complimento per la forza che hai avuto. Io sono quasi arrivato alla fatidica data.

Commento di Antonio
Il 26/05/2010 alle 10:32

Grazie mary esposito un abbraccio forte forte anche a te

Commento di anna
Il 26/05/2010 alle 13:18

Per Caudia. Io ho una curva di 67° ed un gibbo molto evidente mi scrivi il nome del prf. che ti deve operare? E dove? la mia email è annatmagli58@.it. Grazie ciao ed un inbocca al lupo.

Commento di Claudia
Il 28/05/2010 alle 17:01

Per Anna, ciao e scusa il ritardo della risposta…Ho provato a scriverti ma non sono riuscita comunque la mia email e’ cladaguanno@virgilio.it. Aspetto tue notizie CIAO1

Commento di federica
Il 29/05/2010 alle 16:38

x annamaria volevo sapere la tua età…..ma tu a 56 anni ti 6 operata???????

Commento di anna maria
Il 29/05/2010 alle 19:01

per Federica, purtroppo non sei molto informata perchè c’è gente che si è operata anche oltre i 70 anni e su questo blog c’è gente di ogni età. Dovresti documentarti per evitare di fare brutte figure.

Commento di anna maria
Il 29/05/2010 alle 19:02

per Federica, non capisco proprio il tuo stupore

Commento di anna
Il 29/05/2010 alle 23:37

Ciao a tutti, vorrei sapere cos’è SCOLIOS A S. RACHIDE DORSO LOMBARE 20/25/ GRADI

Commento di Patty
Il 11/06/2010 alle 16:18

Ciao a tutti, ho 14 anni e porto il corsetto dalla 2à elementare e ora sono in 1 superiore (prima ho portato anke il corsetto alto)…sappiate che all’inizio nn è semplice come sembra. Solo dopo un po’ di tempo ci si fa l’abitudine.
Secondo me, l’unico modo per riuscire a conviverci più che discretamente è quello che bisogna sempre pensare positivo e se pensi positivo riesci anche a superare i tuoi limiti. Non pensare che sei diverso dagli altri perché non è vero, non pensare che tutti ti escludono xk hai il corsetto e non pensare che gli altri quando scoprono il tuo “segreto” siano pronti a criticarti, anzi in alcuni casi è il contario.
Sapete, tante volte mi sono chiesta perché io nn posso vestirmi come gli altri e quando loro sono in canottiera io sono lì che sto morendo di caldo….penso sempre MA UFFA NN E’ GIUSTO…eppure c’est la vie!!!!!!!!!!!!
Potrei scrivere pagine e pagine sulla mia esperienza e su tutto quello che ho passato e che passo tutt’ora ma chiunque voglia altre informazioni o solo chiaccherare………SCRIVA:):):):)
ciao

Commento di federica
Il 18/06/2010 alle 13:17

Per Patty, io ho 12 anni e porto il corsetto da 7 mesi e ti giuro non ce la faccio + perché non mi sento a mio agio con il busto non posso fare quello che fanno gli altri e vedere gli latri che si possono abbassare possono fare tutto quello che vogliono per me non è molto bello!!!Il corsetto io ho il lionese e lo devo tenere fino a 18 anni quindi altri 6 anni ma io ti giuro non ce la faccio soprattutto ora che è estate e non è molto bello avere un busto che ti fa sudare 3 volte di + rispetto agli altri!!!Io avevo una scoliosi di 54° ho portato per 3 mesi il gesso e poi il corsetto e ora è arrivata a 27° però mi dicondo sempre che la strada è lunga!!! Visto che tu lo porti da tanto tempo mi puoi dare dei consigli per accettarlo e magari per accettare il fatto di non potermi vestire come voglio io????? Tu all’ inizio quanti gradi avevi???? E ora?????

Commento di federica
Il 20/06/2010 alle 15:20

patty mi rispondi x favore!!!!!!!!!

Commento di patty
Il 23/06/2010 alle 15:38

Ciao Federica, mi dispiace ma nn sn stata a casa in qst gg xk ho 1 compleanno…e poi è estate e quindi sn sempre via.. volevo chiderti dove abiti? Io a villa d’almè bergamo…
Allora purtroppo ti devo dare una brutta notizia perché io nn ho mai accettato il fatto ke nn mi posso vestire come gli altri:( xr ricorda ke puoi sempre essere carina e affascinante anke kn il corsetto…qnt lo puoi togliere al giorno?
Io ci ho messo piu di 7 mesi ad accettarlo e vedrai ke kn il tempo sarai capace di accettarlo anke tu…devi credere in te stessa e nn perderti mai d’animo xk devi pensare ke un giorno sarai ripagata di tt i sacrifici e gli sforzi ke stai facendo ora. Pensa ke l’anno scorso ho riskiato l’intervento…adesso ho la visita fra due mesi circa e speriamo ke vada tt bn ma be dubito:(:(:(:( RISP PLEASE

Commento di patty
Il 24/06/2010 alle 12:18

Per Federica, se mi rispondi nei prossimi giorni (spero) al messaggio precedente non posso risponderti fino a martedi xk sn via. Ciao e risp!! Ciaoooo

Commento di federica
Il 24/06/2010 alle 14:28

Ciao Patty ma tu quanti gradi avevi all’ inzio e ora quanti ne hai?????? Io nn so se lo supererò mai questo fatto di nn potermi vestire cm gli altri io ho sl 1 ora al giorno quindi nn ho il tempo di farmi vedere dagli altri senza busto xk quell’ ora serve sl x lavarmi!!!!!!!!!!!!! Cmq tu quante ore lo puoi togliere? Io abito a Bari!!!!!!!! Risp

Commento di emanuela c
Il 24/06/2010 alle 17:46

Non ti preoccupare per i vestiti, adesso la moda è composta di tante cose sovrapposte.
Esempio, metti una t-shirt + una camicia da tenere aperta + un gilet grande o una canotta in modo da coprire la parte alta dietro…. ci sono mille modi per vestirsi in modo adatto, pensa alle maglie grandi da mettere sopra ai jeans o ai leggings.
Ciao
Se hai bisogno di cosigli, non esitare a farti sentire

Commento di patty
Il 25/06/2010 alle 09:58

Per Federica, all’inizio avevo 40 g e ora sincer nn so qnt….te lo diro’ alla prossiam visita.
Emanuela ha ragione e secondo me vedrai ke kn il tempo i vestiti riuscirai a metterli. Io dopo 7 anni e mezzo lo posso togliere 4 ore al giorno…e me le sfrutto bene dato ke sn una persona ke nn riesce a stare ferma x un minuto:(
Ciao! Nei prox giorni nn posso risponderti dato ke sn via! bye

Commento di Ilaria
Il 29/07/2010 alle 10:57

Ciao a tutti! Questa è la seconda volta ke scrivo. Ora ho 11 anni (compiuti il 23 Luglio..) e da tre giorni porto il corsetto Chenau (come si scrive? 😉 ) e, a dir la verità, non mi dà tanto fastidio. Andando a Milano x fare il corsetto, ho conosciuto ragazze (e ragazzi) ke hanno il mio stesso problema e a volte, la situazione è 1 pò + grave della mia. Quando Fabio Zaina mi disse ke avrei dovuto mettere il corsetto 23 ore su 24, scoppiai a piangere, immaginando tutti i problemi ke avrebbe portato… Poi leggendo le storie di altri ragazzi come me, sò ke non sono l’unica ad avere questo problema. Infatti, proprio adesso, lo porto. L’unico problema (e ke a me preoccupa molto) sono le medie. Non sò ancora con chi capiterò e spero di stare in classe con la mia migliore amica, che mi rallegra quando sono 1 pò giù di morale… Un abbraccio forte. Ilaria 😉 ♫ ♥ ♥ ♥ ♫

Commento di federica
Il 29/07/2010 alle 12:05

Ciaoo Ilaria sono Federica, ho letto la tua storia e leggendola ho provato le tue stesse sensazioni.. io porto il busto lionese ank io 23 ore su 24 solo che a me dà molto fastidio e sento molti dolori, lo porto da 8 mesi tra poco ne faccio 9 e ho il controllo a settembre e spero ma non lo so se mi diminuiscono un po’ di ore…comunque anche io ho 12 anni e faccio le medie ank io ero terrorizzata di inziarle con il busto di cosa avrebbero pensato i miei compagni ma in realtà sono stati loro k mi hanno dato la forza di andare avanti…però io nonostante i loro consigli mi sento sempre inadeguata e non sono mai a mio agio…perché molte volte mi chiedo ma sto facendo la cosa giusta oppure mollo tutto però poi mi viene in mente il futuro e tante altre cose…io avevo 54 ° ora sono arrivata a 27°…tu quanti ce ne hai??? Spero di esserti stata un po’ di aiuto…rispondimi presto!! ♫ ♥

Commento di Ilaria
Il 31/07/2010 alle 12:47

Ciao Federica! Io ho 30° gradi… vedo che hai fatto un bel miglioramento! WOW! :O ♫ Io sono solo all’inizio..

Commento di marianna
Il 31/07/2010 alle 19:37

x la sig annamaria
io ho 58 anni a settembre devo andare a visita al centro Negrini tu dove ti sei operata? Ti va di spiegarmi com’è andato l intervento? Quanto tempo sei stata ricoverata? Io nn so se l operazione è la cosa giusta nn so proprio ke cosa fare la mia email è pirillomarianna@libero.it

Commento di Ilaria
Il 06/08/2010 alle 19:02

Federica, mi rispondi????

Commento di Ilaria
Il 03/09/2010 alle 10:24

uffi.. adesso ke mi sono operata alle tonsille, oltre al fastidio del corsetto, ci si mette anche il mal di gola e il mal di orekkie! non posso mangiare il pane, la pasta e cosa calde, quindi devo mangiare x forza semolino e purè tutti i giorni e nn posso uscire di casa x 2 settimane! poi il 20 iniziano le medie… e il mio cane sta male (sò che non c’entra niente, ma vederla soffrire è un dispiacere x me!) non per annoiarvi.. ma x me questo è un periodo bruttissimo… e questo un modo x sfogarmi! 🙁

Commento di biba
Il 13/09/2010 alle 17:02

Cara Ilaria anche per me questo è un brutto periodo io ho 12 anni e oggi è stato il mio primo giorno di scuola in 3 media e un mio compagno nonstante io gli abbia detto di non abbracciarmi (a parte il corsetto la trovo una cosa molto fastidiosa sono fatta così!!) Lui mi ha abbracciato lo stesso e ha sentito qualcosa di strano e con la solita delicatezza dei ragazzi di questa eta’ si è messo a gridare”cos’hai addosoo?????” Fortunatamente la mia migliore amica è riuscita a distrarlo!
So che è sbagliato non dirlo a nessuno nella mia classe, lo sappiamo in 3 compresa io, ma purtroppo l’umiltà non è una mia caratteristica e non ci posso fare niente spero che con il tempo cambierò!
Ilaria tu quanti anni hai? Magari possiamo confrontarci!!! Sarebbe bello!!! =)

Commento di Ilaria
Il 18/09/2010 alle 09:44

Ciao biba! Ho 11 anni e adesso il momento più brutto è passato… ma il 20 settembre vado in prima media.. e sn terrorizzata all’idea di mettere il corsetto durante le lezioni.. 🙁

Commento di biba
Il 18/09/2010 alle 18:04

Anche io lo ero..io vado in 3 (ho fatto la primina)ma non ti preoccupare a scuola mica si balla la samba si sta fermi cosa vuoi che succeda???? E se qualche compagno lo scopre beh non c’è niente di male!!!!
Buona fortuna ilaria fammi sapere!!!!!!!!!

Commento di Ilaria
Il 19/09/2010 alle 19:27

Grazie x l’incoraggiamento biba! Domani mattina alle 8.15 sarò nell’aula magna della mia scuola… c’è solo una cosa ke non mi piace… alzarmi presto! 😉 XD

Commento di Ilaria
Il 23/09/2010 alle 19:15

Ari-eccomi qua! è andato tutto bene (finora)! Stamattina però ho fatto in tempo a spostarmi xkè 1 mio compagno mi stava venendo addosso senza volerlo! e ki mi rialzava più sennò! X)

Commento di patty
Il 28/09/2010 alle 16:43

ma voi come fate durante le ora di educazone fisica??

Commento di emanuela c.
Il 28/09/2010 alle 19:02

Parlo sempre io per mia figlia. Ha deciso di presentarsi alla prima lezione, scuola nuova, prof nuovo, con il busto e che avrebbe fatto ginnastica senza toglierlo.
Nessun problema a cambiarsi. Non so cosa dire, la vedo molto motivata e direi che sta affrontando questa cosa con molta forza e tenacia. In spiaggia si metteva e toglieva il busto giusto il tempo del bagno. Come pure non ha rinunciato al campo scout. Io spero solo che tutto questo serva veramente e che riusciamo a migliorare di qualcosa questa brutta scoliosi.
ciao a tutte

Commento di Indira
Il 05/10/2010 alle 19:32

Ciao a tutti! 😀
Sono Indira e ho 13 anni (:
Porto il corsetto sforzesco da 6 mesi ormai, e già lo devo cambiare perché ha avuto dei risultati strabilianti!
Quando ho saputo che avrei dovuto mettere il corsetto, sono rimasta più che calma… Sinceramente a me non interessa ciò che pensano gli altri del mio busto… All’inizio, le prime due settimane circa, piangevo ogni giorno, mi svegliavo la notte per il fastidio. Ora non mi accorgo nemmeno più di averlo, è diventato parte di me. Gli ho anche dato un nome, Ugo xDD
Ragazzi/e, vi dico solo di tener duro i primi giorni e di tenerlo per tutte le ore (io 23 :S)! So che all’inizio è dura, davvero dura, ma dopo un po’ non vi accorgerete neppure più di averlo! Io mi sono ‘raddrizzata’ davvero tanto! Avevo più di 40°, se non erro :S Ed ora, dopo soli sei mesi, devo cambiarlo! E non dovete nemmeno smettere di fare le cose che più vi piace fare, perchè è facilissimo fare tutto, dopo del tempo ci si abitua!
Tolgo e metto il mio busto con facilità ormai XD e poverino, è arrivato a fine percorso! Si sta rompendo il laccio in alto, ed è rovinato e cigolante.. Colpa mia! che ho preso alla lettera le parole del dottore e sono andata avanti a fare tutto quello che facevo prima XD Sono caduta in bicicletta, lo portavo alla spiaggia.. Ha conosciuto tutti i miei amici XD
Ci sono in un certo senso affezionata! Anche se non vedo l’ora di toglierlo per sempre eheh!

*per patty: Io durante l’ora di educazione fisica a scuola faccio gli esercizi che mi ha prescritto il chinesiologo, oppure gioco con i miei compagni senza problemi! (:

Commento di Fabio Zaina
Il 07/10/2010 alle 14:37

Cara Indira,
grazie per la tua meravigliosa testimonianza. Spero che tante ragazze leggano il tuo commento e che questo le aiuti ad affrontare la terapia come stai facendo tu, con coraggio e con serenità.
Il corsetto, prima del fisico, limita la testa. Se si lascia che prevalga la paura di essere rifiutati, la paura di non riuscire a fare le cose di tutti i giorni, oppure semplicemente si puntano i piedi e si dice ostinatamente “Non lo voglio portare!” come i bambini piccoli quando fanno un capriccio, vince la scoliosi e le cose invece di migliorare, peggiorano. E peggio ancora quando, come purtroppo a volte accade, sono le mamme (ma a volte i papà) a spalleggiare il rifiuto delle ragazze, dando per scontato che le loro figlie non riusciranno mai a
portare il corsetto. Il nemico è la scoliosi, non il corsetto, teniamolo sempre a mente.
Indira, ti faccio un grosso in bocca al lupo, e continua così!
Fabio Zaina

Commento di patty
Il 08/10/2010 alle 15:32

già il + bl regalo della mia vitann mi è ancora sccesso…ancora 21 su 24..:( neanke 12….

Commento di patty
Il 08/10/2010 alle 15:34

x indira
grazie della tua risposta..io invece nn la posso fare perchè il medico mi ha detto ke nn posso….

Commento di Indira
Il 11/10/2010 alle 13:50

A fine mese cambierò il mio Ughetto *-* Ohohoh non vedo l’ora!
Non vedo l’ora anche perché cigola e il velcro non sta più attaccato! XD

Grazie dottore! :))

Commento di Indira
Il 11/10/2010 alle 13:51

Ma, una domanda.. Di che materiale è fatto il corsetto ? [sforzesco..]

Commento di Natalia
Il 20/10/2010 alle 20:04

Ciao a tutti, mi chiamo Natalia e a breve compirò 16 anni.
Sono ormai sei anni che mi è stata diagnosticata la scoliosi, e per i primi tempi usavo un corsetto boston poichè la curva della scoliosi era lombare e c’era un accenno di lordosi, dopodichè sono passata al lionnese.
Su questo sito leggo di ragazzi della mia età che vivono la scoliosi come un mutamento in positivo, che riescono a fare sport pur con il busto, ad indossare il corsetto anche d’estate, che riescono anche a portarlo a scuola..
Io ho iniziato in prima media con il boston, e mi sono trovata malissimo da subito. Sorvolando sui dolori che sono durati per quasi tre mesi dall’inizio della terapia, io non mi sentivo normale neanche a confidarmi. Sono riuscita a portarlo durante le ore fuori dalle mura di casa solo per il primo anno, poi non ce l’ho più fatta. Di tipologie lionnese ne ho avuti due, questo perchè in un momento di fortissima rabbia l’ho scagliato contro il muro mandandolo in mille pezzi.
Non riesco a vedere il busto come qualcosa di positivo, per me è una gabbia di plastica e metallo e appena lo indosso mi sento mancare il fiato, mi sento oppressa e impossibilitata.
Poichè la terapia prevedrebbe 23 ore al giorno di busto, io lo tengo solo quando sono a casa, quindi le ore effettive in cui lo indosso son 24 -6 di scuola -2 di attività sportiva pomeridiana, ogni giorno litigo con i miei genitori. Si ostinano a dire che è utile per la mia salute, ma io mi sento in gabbia ugualmente.
Non c’è verso di vederla come un esperienza positiva, e a volte ho anche delle crisi isteriche di qualche minuto.
Sarà anche l’adolescenza, ma io non riesco a continuare di questo passo.
Aspetto consigli e risposte, sono fiduciosa nelle vostre esperienze.
Baci, Natalia.

Commento di federica
Il 23/10/2010 alle 12:02

Mia figlia di 7 anni ha una scoliosi ad ampio raggio dorso lombare dx convesso con valori angolari di 8 gradi.
Per una cosa del genere e’ previsto il corsetto visto che e’ ancora piccola e potrebbe peggiorare molto?
O puo’ bastare la ginnastica correttiva?
Qualcuno mi aiuti
Grazie

Commento di Fabio Zaina
Il 26/10/2010 alle 12:26

Gent.ma Federica,
per convenzione, una curva sotto i 10 gradi non viene considerata una scoliosi. Quindi non necessita di trattamento specifico nè con esercizi nè tantomento con un corsetto. Non so se ci siano altri problemi che possano aver portato il medico che ha visto sua figlia a parlare di corsetto, ma da quanto scrive non c’è indicazione a fare nulla. Inoltre, se la curva è ad ampio raggio, è molto probabile che si tratti semplicemente di un “atteggiamento”, molto più frequente della scoliosi nei bambini dell’età di sua figlia. Questo comunque si può capire facilmente con una visita fatta da un esperto.
Per il futuro, è sempre difficile dire a priori come evolverà la scoliosi: ci sono casi in cui l’evoluzione è importante e casi in cui è lieve. L’unico modo per scoprirlo è seguirla.
In bocca al lupo
Fabio Zaina

Commento di Alessia
Il 30/10/2010 alle 18:44

Io mi chiamo Alessia, ho 14 anni e mezzo e da più di 1 mese e mezzo porto un busto lionese 23 ore al giorno…
Sono molto determinata a sconfiggere la mia scoliosi, e spero che tutti i miei sacrifici, mi facciano tornare la spina dorsale dritta come un tempo…
Quello che posso consigliare a tutti è di mettere il corsetto e non far disperare i genitori perchè non lo volete mettere… Loro si preoccupano per la nostra salute e, se non volete indossarlo per voi stessi, indossatelo almeno per i vostri genitori che fanno tanti sacrifici per farci avere una spalla dritta…
Vedrete che i sacrifici che stiamo facendo, verranno ricompensati con una bella spina dorsale dritta…
Un bacione al blog… e se avete dubbi, chiedetemi pure 🙂

Commento di Stefano Negrini
Il 04/11/2010 alle 10:49

Cara Indira,
complimenti ! Continua così, mi raccomando.
Il materiale di cui è fatto il corsetto Sforzesco è un policarbonato. Essendo un corsetto molto rigido, che porta forze molto importanti a livello della colonna, va incontro anche ad una grande usura soprattutto in chi lo porta tanto come te. Quindi, va cambiato.
Mi spiace per Ugo, ma dovrà anche lui andare in pensione. C’è una nostra terapista, Marta, che dice chi dà il nome al suo corsetto, così come chi lo scarabocchia tutto con commenti e firme dei compagni di classe, ha dei risultati migliori. Sono d’accordo con lei: dargli un nome significa riconoscere che non è un nemico, ma un compagno di viaggio inevitabile ed utile per curare il vero nemico, che è la scoliosi. Farlo scarabocchiare indica che se ne è parlato con gli amici, che si è più tranquilli nell’usarlo e quindi che in definitiva lo si usa di più e meglio.
Brava !
E continua così.
Ciao
Stefano Negrini

Commento di Indira
Il 04/11/2010 alle 19:20

:DD Danke schon!

Domani andrò a Milano per fare il collaudo del nuovo corsetto!Non vedo l’ora di cambiarlo!
A gennaio avrò una visita da lei, dott. Negrini !
Solo che ho paura di non aver rispettato del tutto gli orari ! D:

Commento di francesca
Il 12/11/2010 alle 12:14

Sono la mamma di un ragazzino di 13 anni che, da RX rachide in toto in orto, risulta avere un bacino asimmetrico per lieve rotazione assiale e per dislivello delle creste iliache, la destra è più alta della controlaterale di circa 1,2 cm. Vi è rotoscoliosi lombare a convessità sinistra con doppia curva di compenso dorsale e cervico dorsale. Vi è anche lieve asimmetria del cingolo scapolare. Le indagini effettuate con rialzo plantare di 1 cm a sinistra fa rilavare un discreto livellamento del bacino con cresta iliaca destra più alta di 2 mm. ridotte le deviazioni scoliotiche segnalate. Si rileva dismorfismo di transizione lombo sacrale per sacralizzazione della L5. L’ortopedico che ho consultato ha detto che deve portare sempre il rialzo, che non serve uno sport specifico ma sicuramente praticare un’attività sportiva e l’ attività riabilitativa Mezeries. Sono preoccupata per la salute anche futura di mio figlio, mi può dare dei consigli? Mi può indicare un buon centro ortopedico o un valido medico a cui rivolgermi? (abitiamo a Napoli ma sono disposta anche a spostarmi). Grazie infinite

Commento di Ilaria
Il 13/11/2010 alle 15:21

Ciao a tutti! Da 3 mesetti ho messo il corsetto, a settembre ho incominciato la scuola. Quando una mia compagna ha visto la mia “Chanel” (corsetto Chenaux) è rimasta a bocca aperta perché non ne aveva mai visto uno! Poi ha anche iniziato a chiedere se mi da fastidio, se fa male.. una raffica di domande! 🙂 un in bocca al lupo a tutti!!!! 😉 😉

Commento di Ginevra 96
Il 15/11/2010 alle 17:58

Ciao Ilaria, 😀 anche per me è stata la stessa identica cosa, tutte le compagne di scuola erano curiosissime la prima volta che l’hanno visto xD! Come te anch’io porto il corsetto chenaux da circa 2 mesi però, ci sono stati miglioramenti superiori al 50 %!!! Che bello, non vedo l’ora di andare dall’ortopedico a fargli vedere i risultati! Un saluto a tutti gli imbustati, FORZA E CORAGGiO RAGAZZi 😉

Commento di patty
Il 20/01/2011 alle 15:43

ciao a tutti..
ieri ero a scuola alle macchinette per prendere la merenda e siccome avevo una maglietta senza cappuccio (solitamente le porto con il cappuccio così non si vede il busto), due ragazze dicevano fra di loro:
guarda quella li in che stato viene a scuola, chissà cosa avrà sotto la felpa, che sfigata.
be io ci sono stata molto male e non sapevo più cosa fare in quel momento…ho pensato di abbandonare tutti i sacrifici fatti perchè mi sentivo troppo una stupida..
non sopiù cosa far e come sentirmi.
aiutatemi…:(

Commento di Raffaella
Il 20/01/2011 alle 17:27

Cara Patty, non mollare, ci mancherebbe! Non darla vinta a due ragazzine sciocche, il cui passatempo è criticare le compagne, tieni duro e sarai ricompensata con una bella schiena, un bel portamento e sarai felice!
Comunque mia figlia mette sempre una bella sciarpina alla moda, maglioncini a “pipistrello” , felpe, jeans a vita bassa e non si vede niente, magari un pochino di accortezza nel vestire aiuta….
Stai tranquilla che anche chi non ha il busto prima o poi incappa in amiche immature e stupidine (a me dicevano che ero bassa e col naso storto! 😀
In bocca al lupo, ciao

Commento di emanuela c.
Il 20/01/2011 alle 18:19

Cara Patty, non farti intimidire. La moda in questo momento aiuta molto… indossa sempre capi sovrapposti, gilet, camicione scozzesi con t-shirt , ma soprattutto sii superiore e vai tranquilla…
auguri per tutto.

Commento di carmenta
Il 21/01/2011 alle 11:44

Patty tesoro, lo so che vuol dire sentirisi osservate. Tutti noi portatori di busto abbiamo incontrato qualcuno così almeno una volta. In quei momenti si vorrebbe solo scomparire! Ti assicuro che si impara a rispondere a tono. BACI e un abbraccio grande

Commento di Fabio Zaina
Il 21/01/2011 alle 12:49

Cara Patty,
purtroppo hai incontrato due cretine! Capita, ma questo non deve impedirti di continuare a curarti. Non stai portando il corsetto per moda, ma perché è una terapia. Non è una terapia facile, ma se fatta bene è una terapia utile ed efficace. E non è una terapia che dura tutta la vita, ma a un certo punto il corsetto si butta via. La schiena invece non si butta via quella te la tieni, e se sarai stata brava e avrai ottenuto un buon risultato ti terrai i benefici. Quindi le parole di due ragazzine superficiali che parlano tanto per parlare non ti devono toccare. E non sentirti stupida, non lo sei affatto. Piuttosto saresti stupida ad abbandonare tutto, perché renderesti vani i sacrifici fatti.
Ci sono tante ragazze che vivono la tua stessa situazione, e possono testimoniare che vale la pena curarsi e non ascoltare le chiacchiere.
In bocca al lupo!
Fabio Zaina

Commento di Stefano Negrini
Il 21/01/2011 alle 12:51

Carissimi
a tutte le età incontriamo gli stupidi. Anche noi adulti abbiamo a che fare con gente maligna o proprio stupida. Non ci si può fare niente. Però, una cosa è certa a tutte le età: farsi del male, non fare quello che si ritiene giusto o che è il bene proprio o di altri, solo perché esistono degli stupidi che non capiscono proprio niente, è un autogol clamoroso. Chi porta un corsetto a volte deve imparare prima questa lezione di vita fondamentale, ma è veramente un qualcosa che poi serve per sempre: riuscire ad essere più forti dei cretini ed andare avanti per la propria strada. Vedrete quanto vi servirà poi nel mondo del lavoro e nella vita…
Forza Patty, tieni duro e dai retta a chi ti vuole bene.
Stefano Negrini

Commento di patty
Il 21/01/2011 alle 17:05

Grazie mille per tutti quelli che mi hanno dato consigli.Rileggendo le vostre parole sono riuscita a comprenderne il vero significato, non devo lasciarmi andare per 2 commenti sciocchi piuttosto che per qualcuno che ti guarda e ride,ma bisogna andare avanti e pensare che quando noi avremo la schiena drtitta la loro nn sarà come la nostra ma tt gobba..ahahah 😛 grazie (raffaella, emanuela c., carmenta, fabio e stefano)

Commento di monica creti’
Il 29/01/2011 alle 17:33

Cara Patty… mi spiace molto che tu ti sia inbattuta in persone di cosi’ basso livello…Poverine pensa a Gesu che e’ stato schernito ed era perfetto, figurati che valore possono avere dei commenti sciocchi come quelli che purtroppo hai dovuto udire tu. Quando mia figlia ha dovuto indossare il busto, nel mio paese io non ne avevo mai visto e come me tante altre persone che incuriosite si giravano a guardare…. non parliamo poi della postura che mia figlia ha assunto i primi tempi(sembrava che qualcuno la spingesse)…..Pensa che una volta e’ caduta a scuola e la maestra per consolarla le ha detto che era fortunata e che tutte le attenzioni erano rivolte a lei……. un’altra bambina ha ribattuto che per essere come mia figlia meglio non avere nessuna att.ne. Tante volte il dolore che ho provato davanti a tutto cio’ mi ha fatto soffrire, finché un giorno la bimba mi ha detto” Mamma non te la devi prendere, io sono fortunata perché guariro’ “. Da quel momento il nostro unico punto di riferimento e’ stato che Sara guarisca…. se questo e’ i prezzo da pagare fa nulla. Penso che se si possano superare le difficolta’ che si affrontano durante le cure il resto sono davvero cose molto piccole e prive di ogni attenzione da parte di tutte le persone che per un motivo o per un’ altro si possano trovare in simili situazioni. E poi meglio non ridere perche’ nella vita non si sa mai…baci a tanti tanti AUGURI
>

Commento di patty
Il 02/02/2011 alle 16:14

Cara Monica, grazie per tutto quello che hai scritto…
mi dispiace se tua figlia ha dovuto subire cose spiacevoli e questo capisco come ti abbia fatto soffrire, vedere la propria figlia subire per delle stupide cose.
Tua figlia è stata + che forte perché se ti ha detto quella frase vuol dire che lo crede veramente; certo anche per lei non sarà una passeggiata ma di certo è una ragazza molto forte e sa combattere.
Speriamo che vada avanti così.
Grazie mille di tutto.
Patty <3

Commento di eleonora
Il 05/06/2011 alle 20:53

Grazie per la forza con cui affronti le cose patty, ti stimo veramente tanto e vorrei veramente essere forte come te in questa situazione. Le tue parole e altre esperienze lette, mi hanno fatto pensare quanto sia importante continuare con i nostri sacrifici. Vedi io non ho da molto il corsetto e per me abituarmici è stato un delirio… appena l’ho saputo non sapevo neanche che cosa fosse un corsetto; pensavo che fosse quello delle dame dell’800!! Dopo mi sono resa conto dellla gravità della situazione ma mi sentivo così isolata, unica, da sola… poi ho incominciato a conoscere persone con il mio stesso problema e ad avere supporto da altri. Grazie a loro io continuo, io non rimando, io non rinuncio! So di non essere da sola e so di riuscire a farcela! Certo, sono ancora insicura mi sento un tronco, mi sento strana, ma quando vedo un solo piccolo miglioramento mi sento la ragazza più felice e fortunata al mondo! Un risultato…anche così piccolo …dopo tanto sacrificio mi riempie di gioia! Quindi grazie a tutti xké io credo di aver veramente capito grazie alla mia sofferenza il bene della vita e la felicità che può regalare!
Un bacio ele!!!

Commento di Scaglia Patrizia
Il 27/06/2011 alle 14:44

Le tue parole mi hanno toccato, non pensare, anche tu sei una ragazza forte come tutti quanti noi!!! 🙂 anche io mi sento ancora un po strana quando lo porto ma come sai è per il nostro bene, è dura qualche volta lo so..
Pensa lo porto da 8 anni e ora dopo tutti gli sforzi e sacrifici che ho fatto si prospetta anche un intervento. Non so cosa pensare, come reagire ma cmq sia vado avanti con tutta la forza, e tu questo devi fare, NON SMETTERE MAI DI LOTTARE!
Non pensavo che così tante persone avessero i miei stessi problemi eppure al mondo nn siamo sole, affidati sempre alle persone che ti vogliono bene e affronta tutto a testa alta.. vedrai
UN BACIO PATTY

Commento di Ceci
Il 28/06/2011 alle 14:13

Ciao a tutti, sono una ragazza di 13 anni e porto il corsetto da un anno. Voglio raccontarvi un fatto che mi è capitato da poco. Io non ho mai rivelato ai miei compagni di classe che portavo il corsetto e nessuno se n’era accorto fino al penultimo giorno di scuola!!! Mi ero inventata ogni tipo di scusa per nasconderlo e alla fine… beh… sono arrivati ad una conclusione logica, semplicemente. Mi hanno chiesto conferma… io sono scoppiata in un pianto disperato dalla vergogna per la mia stupidità! loro sono rimasti sorpresi… “Perchè piangevo??” Loro non mi stavano prendendo in giro, avevano solo fatto una domanda!
Mi sono sentita davvero una stupida…
Spero che la mia storia possa essere utile a qualcuno.
Non nascondetevi ragazzi, non serve!
Un bacio a tutti =)

Commento di simo&francy
Il 02/07/2011 alle 15:54

Ciao, anche io non dico a nessuno che ho il corsetto, ma le mie migliori amiche lo sanno.. Mi sarà utile la tua storia 🙂 Io però lo voglio tenere nascosto.. Lo devo tenere 18 ore al giorno, ma non lo metto per andare a scuola!!!! Lo metterò 2 volte alla settimana a scuola, ma nessuno credo che sospetterà.. Un bacio 🙂

Commento di Ceci
Il 06/07/2011 alle 18:55

Anche io la pensavo come te ma… ora mi rendo conto che non ne è valsa la pena straziarmi cerebralmente 😉

Commento di Fabio
Il 04/11/2011 alle 12:17

Ciao,
mi chiamo Fabio e ho 44 anni, come tutti voi nella mia adolescenza mi sono scontrato con la scoliosi. Dopo un anno circa di ginnastica correttiva che richiede impegno dedizione, non solo in palestra ma anche negli esercizzi a casa, praticamente improponibili ad un adolescente ho dovuto mettere il bustino.
L’ho porttato dai 13 ai 17 anni. Capisco tutte le vostre perplessita’, dubbi, paure ma confermo tutte le belle esperienze di amicizia ed accetazione riportate nel blog. Quello che posso portare e’ la mia esperienza ho accettato il busto lo messo sempre e ho creduto in questo strumento ora a 44 annni sono circondato da amici che hanno mal di schiena mentre io anche se affetto da scoliosi poi migliorata sono ancora asintomatico. Quindi coraggio in fin dei conti e’ un “sacrificio” di qualche anno ma ne vale sicuramente la pena fidatevi.
Spero di non avervi annoiato e di essere stato di aiuto a qualcuno
Fabio

Commento di Enni
Il 23/01/2012 alle 22:59

Ciao a tutti, vi scrivo per sfogarmi e farvi capire la mia storia.
ho 15 anni. È dall’eta di 11 anni che utilizzo il corsetto, ho iniziato da una scoliosi di circa 20 gradi ma purtroppo i dottori mi fecero un corsetto sbagliato che dovetti tenere per 1 anno, poi me ne fecero un altro ( lionese ) con il quale migliorai ma purtroppo con la crescita dovetti nuovamente cambiarlo, purtroppo in questi anni mi presero in giro, fui vittima di bullismo proprio a causa del busto, poi nel 2010 col mio terzo busto decisi di non metterlo, primo perché me lo sbagliarono inclinando troppo il bacino e secondo perché mi rifiuto di uscire in pubblico.
Ora devo mettermi il quarto, dicono che è la mia ultima speranza e non so se sia bene o male, dovrò tenerlo per tutto il giorno poiché sono passata a 40º, e anche se è per il mio bene io non vorrei metterlo, purtroppo a causa della mia esperienza ho paura di rivide quel periodo e NON VOGLIO, ammiro le ragazze che riescono a indossarlo senza problemi, ma per me non è così, mi vergogno!
Mi preoccupa soprattutto l’arrivo di maggio poiché con il caldo non potrò più utilizzare felpe e sciarpe di conseguenza non so proprio come nasconderlo. Sono costretta ad indossarlo per il bene della mia schiena, ma soon convinta Che mi rovinerà questi ultimi anni.

Commento di Simone
Il 28/01/2012 alle 18:34

Salve a tutti, ho 14 anni e tre anni fa attraverso l’orto-panoramica per i denti il dentista mi ha consigliato di fare una radiografia alla schiena avendo notato una lieve distorsione della mascella o roba simile… lì che cominciarono i problemi…. avevo una doppia scoliosi non grave però da non lasciar correre… mia madre si è messa subito all’opera per far si che questo problema venga risolto e così pochi mesi dopo ho iniziato della ginnastica correttiva dove quel caro medico durante le nostre lezioni giocava con il suo nuovo iPhone. A quell’età non avrei avuto il coraggio di dirgli niente e così è stato ma se un giorno di questi lo rincontrassi non so la reazione che avrò!!!! Un anno dopo ho iniziato della ginnastica correttiva seguendo un nuovo metodo che secondo loro funzionasse legato alla piscina incluso con sedute con l’osteopata (se non sbaglio). I miei sapevano che la medicina era contraria a questo ma provammo … dopo un anno cioè 7-8 mesi fa, feci una nuova radio-grafia e lì stesso il radiografo mi disse che stavo letteralmente “NGUAJAT”. Ho fatto una visita dal ortopedico, secondo qualcuno, il più bravo della Campania. Entrato nel suo studio gli ho dato le radiografie e dopo averle viste mi ha controllato la schiena e mi ha detto che da lì a 3 anni avrei dovuto indossare il busto per circa 20 ore al giorno! Non ci ho visto più… sono scoppiato a piangere e sono uscito fuori dallo studio. Dopo essermi ripreso rientro , intanto parlava con mia madre, e disse: “ se intervenivate prima questo non sarebbe successo senza pensare a quelle cazzate di osteopatia” non immaginate il rimpianto che a quanto ho capito ha avuto mia madre nel non essere intervenuta prima! Ma oltre al fatto del malessere che avevo ma la cattiveria di quel dottore mi ha fatto stare male per mesi! Nemmeno un briciolo di sensibilità. Sono tornato dal ragazzo dove ho fatto l’ultimo corso e gli ho spiegato la situazione e dopo essere andato lì 3 volte a settimana per tutto quel tempo così come sé fosse stato tempo buttato! Ora intanto ho il busto a casa e ieri proprio ho fatto il collaudo, era tutto felice il dottore: sicuramente in mente sua diceva uuuu mi aspettano altri 120€ sicuramente infischiandosene di come mi sarei sentito. Lo so lo so che lui oltre a consigliarmelo non poteva fa niente altro,anzi lo so che è per il mio bene però! Sono tre anni, 1095 giorni 1576800 minuti con quel coso orribile. Che oltre a inguaiarmi un’adolescenza intera è anche molto scomodo. Lo dovrei tenere per un’ora al giorno in più oggi già starei a 2 ore. Ho già letto tutto il forum e ho capito che è per il mio futuro ecc ma perché dovrei inguaiarmi il presente per migliorare il futuro! Il presente è oggi! È più vicino a domani! E se domani non dovrei esserci? Mi sarei inguaiato il mio futuro passato! Mai sentito meglio un uovo oggi che una gallina domani? Ora io non voglio minacciare il sapere degli altri con quest’aria filosofica da saputello anzi vorrei un aiuto ad affrontarlo! Per tutti sembra una stupidata un piccolo sacrificio ma solo a pensarci mi viene paura e allo stesso tempo insicurezza nella mia persona… servirebbe a rafforzarmi ma qui già ci pensa questo infame mondo.
Se vi ho annoiato scusatemi ma avevo bisogno di cacciare tutto fuori e sé certo è possibile vorrei ricevere una risposta alle mie domande da adolescente in crescita noiose e spesso stupide… e un GRAZIE per l’attenzione ricevuta

Commento di federica
Il 28/01/2012 alle 18:35

Enni, io ho iniziato con una scoliosi di dieci gradi, sono passata da un busto all’altro. Ho diciassette anni e una scoliosi di settanta gradi dorsale e lombare. Invece una mia cugina anche lei con una scolisi di dieci gradi, rifiutò il busto e la sua scoliosi non è peggiorata e sta meglio di me. Io non credo che il busto ti faccia bene.

Commento di Rossana
Il 28/01/2012 alle 22:19

Gentile dott Negrini mia figlia di 11 anni e mezzo ha iniziato il trattamento con corsetto all’età di 8 anni ed ha eseguito ad oggi 7 radiografie di cui l’ultima a novembre 2011. Adesso ha fatto un nuovo busto con un nuovo ortopedico e quest’ultimo richiede il controllo radiologico tra 2 mesi,quindi sarebbero trascorsi 5 mesi dall’ultima rx.La mia domanda è se sia giusto farla dopo così poco e quanto tempo dovrebbe trascorrere tra una rx e l’altra.La ringrazio x la sua risposta.

Commento di paola
Il 31/01/2012 alle 18:11

Cara enni, anch’io alla tua eta ho portato per 2 anni il gesso per correggere una scoliosi di 50 gradi, anch’io come te mi vergognavo ma non potevo toglierlo. Poi sono stata operata e adesso ho 50 anni sono una donna e mamma felice, ma quello che ti voglio dire è che la vita è fatta anche di sacrifici ma con il tempo vedrai che questi sacrifici sono stati fatti per il tuo bene.

Commento di Fabio Zaina
Il 03/02/2012 alle 13:22

Caro Simone,
le tue domande sono tutt’altro che noiose e stupide, e posso garantirti che sono le stesse che si pongono tutti gli altri ragazzi e ragazze che come te devono affrontare la scomoda strada della terapia della scoliosi. Purtroppo alla tua età il richiamo del presente è molto forte ed è difficile pensare in prospettiva. Pensare che “un giorno” magari la tua schiena darà problemi non è un grosso stimolo. Quel “giorno”, se mai ci sarà, chissà tra quanto tempo arriverà. “E io intanto mi rovino la vita OGGI!”. Ma vedi, se non si pensasse mai al futuro non si combinerebbe niente nella vita. La scuola serve a prepararti per il domani, non serve per l’oggi. Il lavoro serve perché a fine mese arriverà lo stipendio con il quale papà e mamma possono comprarti da mangiare, comprarti i vestiti, permetterti di dormire sotto un tetto, avere il pc e internet…..Se tuo papà e tua mamma la mattina quando suona la sveglia pensassero: “oggi non ho voglia di alzarmi, tanto oggi non mi pagano per il mio lavoro, mi pagheranno a fine mese…quindi vedrò a fine mese!” tu e la tua famiglia non avreste un posto dove vivere, patireste la fame, non avresti il pc e internet…..
Anche questo discorso probabilmente è un po’ banale, ma spero che ti possa dare una mano a capire il perché devi fare determinati sacrifici. Vedi Simone, la cosa migliore sarebbe non avere la scoliosi, ma purtroppo la scoliosi c’è. Allora il bivio, la scelta per te è questa: mi curo facendo qualche sacrificio oppure aspetto di diventare grande per scoprire se davvero avrò problemi?
Gli Anglosassoni dicono: “There’s no free lunch”, e penso che il senso sia piuttosto chiaro….
In bocca al lupo
Fabio Zaina

Commento di Fabio Zaina
Il 03/02/2012 alle 13:26

Cara Federica,
il tuo punto di vista è comprensibile, ma il commento che hai fatto è sbagliato. Il corsetto, se ben realizzato e ben portato frena sempre la scoliosi, a volte la frena così tanto da invertire la tendenza e raddrizzare almeno in parte la schiena, altre volte la frena al punto da stabilizzarla, altre ancora riesca solo a rallentare il peggioramento senza bloccarlo. Quest’ultima situazione è piuttosto rara, ma esiste, e il tuo sembra proprio uno di questo casi.
Non puoi fare un paragone con tua cugina per trarre le tue conclusioni per un semplice fatto: tutte le scoliosi gravi sono state prima delle scoliosi lievi. Tutte le scoliosi di 50, 60, 70° a un certo punto sono state scoliosi da 5, 10, 15°, quindi molto lievi. Di tutte queste scoliosi lievi solo poche, pochissime evolvono fino a diventare gravi come la tua.
Purtroppo dove aver vissuto anni di sacrifici le cose per te non sono andate bene. Mi dispiace molto, ma ti prego di non dare questi messaggi negativi alle altre ragazze. Perché le cose non stanno come sembra a te. Il sillogismo: io ho messo il corsetto e sono peggiorata, mia cugina non l’ha messo e è non è peggiorata, quindi il corsetto ha fatto peggiorare la mia scoliosi è sbagliato. E soprattutto rischia di danneggiare altri che leggeranno il tuo post.
Ti auguro ogni bene.
Fabio Zaina

Commento di Rosa
Il 29/03/2012 alle 17:28

Buongiorno a tutti,
mi chiamo Rosa ho 51 anni operata di scoliosi nel 1987 a Pietra Ligure. Mi piacerebbe avere contatti con persone operate dal Prof. Ponte o Prof. Vero.
C’è qualcuno in provincia di Brescia?
Da qualche mese non stò affatto bene, un dolore persistente zona glutei, bacino mi tortura togliendomi il sonno.
Sto seguendo i consigli del fisioterapista di ISICO ma il corpo mi da strani segnali, ho paura che questo dolore diventi cronico.
Da novembre l’iter è stato:
– medico di base = punture muscoril e feldene
– lastra bacino = visita ortopedico
– Osteopata = manipolazioni – tecar (risolto parte destra)
– approdata a ISICO – esercizi – lastra intera : peggioramento curva lombare
– antidolorifici
– cortisone
In questi frangenti tutti quelli che ti conoscono ti consigliano di tutto (trattamento Mezieres – antidolorifici omeopatici (perché non puoi avvelenarti!)
Fisiatri di fama cittadina e non.. che fare?
Sono avvilita stanca e un po’ demoralizzata… che futuro mi attende? So’ che bisogna pensare al presente, ma quando non stai bene, il lavoro, la famiglia sembra ti capiscano ma non fino in fondo, anche perchè se cammini, ti muovi, anche se con calma, sembri normale.
Va bene dopo aver tediato, e visto che non riesco più a stare seduta, saluto tutti e spero proprio ci sia qualcuno che voglia darmi qualche consiglio o parere in merito a questa brutta bestia: anche perché solo chi è nelle stesse mie condizioni può capire.
Grazie grazie

Commento di Rosalia
Il 04/04/2012 alle 11:58

Mi piacerebbe essere contatta da chi è stato operato negli anni 1985 /1990 a Pietra Ligure dal prof. Ponte per poter avere un confronto dal punto di vista della salute.
la mia e-mail è : dibarrosa@libero.it

Commento di Fabio Zaina
Il 13/04/2012 alle 14:40

Gent.ma Sig.ra Rosa,
quello che sta succedendo nella sua schiena è una cosa molto frequente in chi è stato operato per la scoliosi: i dischi e le vertebra che non sono state “saldate” vanno incontro a un po’ di sovraccarico. E questo può causarle dolore. Per ovviare a questo problema possiamo lavorare sul potenziamento del sostegno “attivo” della schiena, ovvero dei muscoli. In questo modo possiamo ridurre i sovraccarichi sulle strutture “passive”, cioè i dischi e le ossa e ripartire meglio i carichi.
Non abbiamo una terapia che possa darle un sollievo immediato. Ci vorrà un po’ di pazienza e le cose tenderanno poco per volta a migliorare. La cosa da evitare è farsi prendere dal panico, perché paura e preoccupazione, sicuramente giustificate dalla sua storia non fanno altro che amplificare i dolori, allo stesso modo della grande attenzione posta sulla schiena. Ora è all’inizio di un percorso, cerchi di procedere con determinazione, e le cose poco per volta miglioreranno.
Fabio Zaina

Commento di gianni
Il 13/04/2012 alle 21:22

Sig.a Rosa io non sono un dottore, le vorrei dare un umile consiglio, che mi viene sentendo parlare i chirurghi vertebrali della mia zona, cioè “ricontrollare ” lo strumentario applicato durante l’operazione dal chirurgo che ha effettuato l’intervento o ancora meglio da un altro chirurgo.

Commento di Enzo
Il 12/10/2012 alle 17:35

Buonasera,
sono padre di Matteo 15 anni. L’anno scorso gli è stata diagnosticata una scogliosi il referto dice:
Ipercifosi dorsale Scolgiosi dorsale dx paradossa
Gibbo DL sin.6mm
RX 6/11scogliosi D dx 16° paradossa
Cifosi di 56° Lordosi di 43° R=0/1.
Dovrebbe portare il corsetto 20 lui lo mette solo quando torna da scuola lo toglie
per andare a letto. Lascio immaginare il clima che si è creato in famiglia, io che continuo a ripetere che deve portarlo lui niente anzi ultimamente non lo mette più come prima sempre meno.
Il Corsetto è bivalva antigravitario
spinta sacrale+bassa
addome modellato in delordosi
spinta mediana dorsale in D8
spinte claveari
Vorrei sapere a cosa và incontro nel non metterlo. Il suo medico del — dice che potrebbe peggiorare, è vero? Ci sono alternative?
Ringrazio chiunque voglia rispondere

Commento di papi innamorato
Il 14/02/2013 alle 20:01

Sono il papi di una bellissima ragazza come tutte voi di 13 anni,da qualche mese ho notatato un cambiamento nella postura della mia Miki.fatti raggi,fatta visita abbiamo scoperto 55 gradi di scoliosi;e’ agonista e fa i campionati italiani di nuoto,e’ fortissima,speriamo che questa forza possa aiutarla….se volete darle qualche consiglio sappiate che e’ graditissimo…vi aggiorno

Commento di Simone
Il 20/04/2013 alle 20:30

Buonasera. Ho già scritto su questo sito l’anno scorso. Ho passato dei momenti davvero molto brutti per via del fatto che dovevo indossare il corsetto! Inizialmente non accettavo la situazione e lo mettevo sulle 9-10ore al posto di 21. Finché il dottore mi ha detto che avevo bisogno di un gesso per 4 mesi e ho deciso di riprovare col busto mobile. È già da un pò di tempo ormai che sento che qualcosa dentro di me non va! A volte immagino cose che non esistono o parlo con persone che non ci sono! Inizialmente ho pensato che lo stessi confondendo con dei sogni ma poi mi sono reso conto che da quando devo indossare il busto sono più evasivo per paura di apparire in modo sbagliato. Ad esempio mi sto sentendo con una ragazza, mi piace davvero molto ma ho paura di incontrarla a scuola perché indosso il busto! Lo so lo so ora mi direte: se una ragazza tiene a te lo fa indifferentemente dal busto ma il problema è mio! Mi rendo conto che mi vengono vere e proprie ansie che portano anche a paranoie! Certe volte vado in crisi per una semplice decisione anche come: dolce o salato! Sto attraversando un vero periodo buio e questo mi affligge perché a 16 anni non bisognerebbe pensare ad attacchi di ansia ma a divertirsi e stare in compagnia ma io quando indosso sto coso non ci riesco proprio… Gradirei una risposta da uno specialista perché ne ho davvero bisogno

Commento di Francesca
Il 27/08/2014 alle 18:14

ciao a tutti , il mio nome è Francesca. porto il busto da poco .Da luglio precisamente. Non dovete preoccuparvi se vi abituerete o no, perché lo farete . e neanche dovete preoccuparvi del modo di vestire io metto tutto , forse le cose un po’ più larghe ma comunque avete una grande varietà di scelta. Io non sono dispiaciuta se i miei amici mi prendono in giro perché non sarebbero veri amici se lo farebbero. io ho paura di tenerlo molto tempo, io non lo voglio perché mi toglie la possibilità di fare ciò che amo , ballare.
D’altra parte ci sono sfortune peggiori , e lo so che contuinuerò a passare momenti bui per via di questo busto ma so anche che tutti questi momenti passeranno.
ecco questa “lettera” l’ho scritta per te amico/a che stai leggendo , per dirti che anche se la sofferenza è appena iniziata dovrà anche finire, vedrai ti darà un futuro migliore.

Commento di Walter
Il 02/11/2014 alle 21:16

Scrivo per conto di una carissima amica la cui bimba di 13 anni, giovedì scorso ha messo per la prima volta il corsetto. Ebbene, ad un primo sguardo, saltano all’occhio dei difetti che lo stesso fisioterapista ha evidenziato subito. Il foro anteriore dal quale dovrebbe poter fuoriuscire il seno è troppo basso e la bambina, con un problema di seni anche di differente altezza ha cominciato ad accursare forti dolori e lividi sulla parte superiore dei due seni. La Bambina è alta e dormendo questa pressione anteriore le fa veramente male, in quanto, distendendosi, il corsetto sembra ancora più corto. Inoltre, la parte del corsetto sagomata per coincidere con le ascelle, è almeno due cm più in basso (sembra veramente corto). la preoccupazione di questa mia amica sta nel fatto che dopo aver aspettato un mese per avere questo corsetto, ne debba attendere un altro, e soprattutto teme di dover tornare nello stesso posto, visto il precedente errore. (normale che uno cui viene fatto uno sbaglio, desideri cambiare..). Tanti dubbi vengono anche avvalorati da mezze frasi uscite dalle bocche degli stessi medici sul fatto che questo sia uno dei primi corsetti fatti in quel centro. A parte tutto, adesso sono tre i dubbi pratici: la bambina fa bene a indossare un corsetto sbagliato? a chi rivolgersi e, cosa secondaria ma importante, chi pagherà questa spesa non dovuta, visto che il primo corsetto sbagliato era pagato con la mutua? Saluti, Walter

Commento di Fabio Zaina
Il 06/11/2014 alle 15:23

Gent.mo Walter,
ci pone dei quesiti troppo difficili per poter dare una risposta precisa sul blog.
Possiamo solo dire che, in caso di problemi con il corsetto, bisogna recarsi immediatamente in officina per apportare le modifiche necessarie. Se ciò non bastasse, bisogna contattare immediatamente il medico specialista che sta seguendo la ragazzina per avere una sua valutazione. Se anche questo passaggio fosse vano, allora converrebbe cercare un nuovo medico che sia veramente esperto per avere un consiglio.
Sul chi paga: le modifiche da parte dell’officina costruttrice sono gratis perché fanno parte della fase di realizzazione e consegna del corsetto. Se il corsetto non è stato ancora collaudato presso l’ASL, e il medico collaudatore lo ritenesse non idoneo, il corsetto verrebbe rifatto gratuitamente dalla stessa officina oppure si potrebbe farlo rifare sempre a spese ASL in un altro centro. Se è stato collaudato, le cose si complicano, perché il collaudo implica l’accettazione formale che l’ortesi sia corretta e quindi il corsetto verrà pagato. Può eventualmente essere solo lo stesso medico, se ritiene che vi siano gli estremi giustificati, a modificare le sue indicazioni.
Cordiali saluti
Fabio Zaina

Commento di fabiana
Il 01/06/2015 alle 21:09

Ciao, qui non dirò nè nome nè cognome, farò tutto ciò per sfogarmi.
Porto il busto sforzesco da novembre, il che non è niente come arco di tempo, e ancora dovrò metterlo per chissà quanto tempo, a meno che i miei genitori ed io non decidiamo di fare l’operazione.
Dico che non sono molto grande. sono nell’età adolescenziale, quindi gli adolescenti che portano il corsetto, possono capirlo, possono capire come ci si sente, o per lo meno la maggior parte.
Come ho già detto scrivo per sfogarmi, anche se in questo momento non so cosa dire.
Non è semplice portarlo, inizialmente, il primo giorno a scuola che lo metti, non sai che fare: non sai se dirlo, non sai se tenere la bocca chiusa, se aspettare che gli altri se ne accorgono da solI. NON SAI VERAMENTE NIENTE…
Il primo giorno che l’ho messo, nessuno se n’è accorto, anche perchè dai era novembre,con i maglioni larghi…solo la postura cambiava. E’ questa è una delle cose che più odio del corsetto: LA POSTURA, ti fa stare troppo dritta e nonostante la larghezza dei maglioni, questo si vedrà sempre. SEMPRE..quindi arrendetevi, e non lo dico per “far male” anche perchè lo metto anche io perciò…
Ma la cosa che odio di più in assoluto, ma veramente tanto, al tal punto di piangere, è vedere che gli altri non lo hanno, e non per cattiveria, non lo auguro a nessuno, nemmeno alle persone che “non sopporto”.
I primi giorni sono duri. Per la prima settimana si sente dolore, ma poi ci fai l’abitudine, senti solo che hai un qualcosa di estremamente pesante sopra il corpo. Dopo la prima settimana invece, non è più dolore fisico, ma “dolore psicologico”, non accetti ASSOLUTAMENTE di avere il busto, non realizzi ancora di avere la scoliosi e di dover mettere un busto, la libertà è veramente qualcosa che non ha prezzo, sia fisico(nel caso di persone che portano busti, gessi o altro..)che altri tipi di libertà. Mi escono le lacrime quando vedo i miei compagni di classe piegarsi per prendere una matina, o cercare qualcosa nello zaino, o metterasi maglie strette, jeans…A volte mi chiedo perchè a me: e non come nei film che si chiedono perchè a me quando si spezzano un unghia, o spunta un brufolo, io mi chiedo perchè a me seriamente, perchè devo pur aver fatto qualcosa per “meritarla”.
Ho sempre, SEMPRE, chiesto a Gesù di aiutarmi, di un miracolo, ma a volte ho paura di smettere di credere in Lui. Già io non credo molto nei miracoli, e forse è per questo, ma infondo se non si ci crede, Gesù dovrebbe fare di tutto per “realizzarli”.
IO STRAODIO IL BUSTO, NON MI E’ MAI CAPITATO NIENTE DI PIù BRUTTO, NON CHE LA VITA L’ABBIA VISSUTA MOLTO(HO 12 ANNI)…
I miei genitori mi costringono a metterlo ovviamente, ma a volte mia madre dice a mio padre di lasciarmi stare(è mio padre che “sbatte più la testa per il busto”)…ed io la amo in quei momenti, più del solito. Si sa che il periodo adolescenziale è brutto, tutti lo dicono,persino io. Ovvio, questo non per tutti, non tutti hanno problemi..c’è gente che non ha niente: nè occhiali, apparecchi, busti, placche…E’ un periodo nel quale non sai chi sei, cambi umore da un momento all’altro, non ti apri, sei scontrosa, e questo lo so perchè in questa “lettera” mi sto descivendo. Sono io qui. Una “ragazza” di 12 anni che non vive la vita come le altre ragazze di questa eà.
p.s scusate se ci sono errori grammaticali, ma sono stanca, ah, ed ho messo un nome falso per paura che mia madre possa leggere questoo testamento ahahah e capire che sono io.
Ciao. 🙂

Commento di martina
Il 29/07/2015 alle 12:55

ciao a tutti,mi chiamo martina. Ho quasi 14 anni e porto il busto da ormai 4 anni.
un giorno di 4 anni fa andai dal medico di famiglia per fare una semplice bilancia di salute quando il dottore notò che la mia schiena non era dritta e che molto probabilmente si trattava di scoliosi così mi consigliò di andare da un ortopedico per saperne di più. cosi quando andai dall’ortopedico mi disse che dovevo fare una lastra dalla lastra confermò che avevo una curvatura di 24 gradi. inizialmente mi disse solo che era da tenere solo controllo e che dovevo fare degli esercizi correttivi da un fisioterapista ma poi vedendo che peggioravo mi fece portare il corsetto sceneau(non so se si scrive così) da tenere 20 h su 24.
io lo portavo correttamente finche arrivò l’estate e io cominciai a toglierlo durante il giorno e tenerlo soltanto per dormire!! quando andai a fare il controllo verso la fine dell’estate il dottore mi disse che ero peggiorata da 24 gradi a ben 33 gradi!!! cosi mi fece un gesso da tenere per ben 2 mesi e mezzo!!! con il gesso era tutto piu difficile odiavo il gesso e dovevo comprare maglie larghissime!!!!
quando mi tolsero il gesso il medico mi prescrisse un altro tipo di corsetto ovvero il lionese ma io non sopportavo più l’idea di dovermi vestire con maglie e pantaloni larghi quindi non portavo di nuovo il corsetto!! quando andai a fare il controllo dal medico mi fece subito fare una lastra perchè ovviamente notò il peggioramento cosi ero passata a 42 gradi!!! il dottore non sapeva cosa fare ma di certo non voleva farmi l’intervento chirurgico!!! così mi fece un altro odioso gesso da portare stavolta per 3 mesi!!!!!ora dopo aver tolto questo gesso sto portando il busto lionese è difficile con questo caldo però di certo non voglio rimettermi il gesso!!! IO PURTROPPO STO MALEDETTO BUSTO LO DEVO PORTARE FINO AI 18 ANNI!!!!!! piango sempre ma poi mi do la forza per continuare!!! la mia vita la devo vivere bene e di certo il busto non me lo IMPEDIRA’!!!

Commento di Elena
Il 29/07/2015 alle 21:11

Ciao Martina! Come ti chiami su facebook che magari ci scambiamo opinioni sul gesso!

Commento di Cecilia
Il 31/07/2015 alle 14:24

Ciao fabiana
Devi essere ottimista!non puoi ragionare così!. Pensa a quella gente che ha quelle malattie strane, che sai che stai per morire eppure è gente che vive la vita giorno per giorno ed è felice. Vivi la vita! Io ho dodici anni quasi tredici più o meno come te. E lo indosso, non è che sprizzi di felicità
Però la mia medicina e pensare sempre che quando sarò grande dirò magari ai miei figli io ho messo il corsetto e per loro sarò un’ eroina. Non lamentarti perché se ti venisse un tumore o robe del genere gravi dirai che il busto non era niente. Io ti dico solo questo: NON MOLLARE. io sono andata ad un grest di cavallo e l’ho detto a tutti. Loro mi pensavano come una supereroina! Mi tiravano i pugni e io non mi facevo niente (ovviamente pugnetti leggeri) e mi dicevano lo vohlio anche io il busto è troppo figo!… E andavo pure al galoppo e saltavo gli ostacoli. E quando mi toglievo il busto e vedevo la canottiera da sottobusto tutta sudata ero veramente felice, più di quando sto senza busto.
BUONA VITA;-)

Commento di martina
Il 16/11/2015 alle 18:40

ciao elena non ho facebook ma se vuoi possiamo parlarci su instagram

Commento di elisa
Il 01/04/2016 alle 16:20

Io ho scoperto da poco di avere neanche 10 gradi di scoliosi e ho 14 anni. La mia dottoressa mi ha detto che dovevo metterlo. Ma io non voglio , non serve e non sono a mio agio non posso nemmeno godermi le vacanze..solo 6 ore..qualcuno mi consiglia esercizi per combattere la scoliosi e non mettersi sto cavolo di corsetto ?

Commento di elisa
Il 01/04/2016 alle 16:24

Il corsetto no..! Meglio avere mal di schiena tutta la vita che un corsetto addosso..già nella vita soprattutto nell’adolescenza ci sono altri problemi ci mancherebbe anche questo..ma scherziamo.! Io faccio altri esercizi

Commento di Helen
Il 02/04/2016 alle 17:00

Ciao Elisa, sono Helen, ho 22 anni e quando mi è stata diagnosticata la scoliosi ero piccola, avevo 12 anni, e come te quando mi fu detto di portare il busto scatenai l’inferno con pianti isterici, giornate in camera a piangere perchè mi vergognavo ma poi mi ero rassegnata e ogni tanto (con dei compromessi) lo portavo… anche i miei amici mi accettavano così… devo dirti però che non l’ho mai portato come avrei dovuto infatti a 14 anni sono stata operata e ora ho delle lastre in titanio dentro anzichè sul busto, la mia però era una scoliosi degenerativa e di molti più gradi della tua..Ho fatto anche tanta tanta ginnastica correttiva ma purtroppo quest’età è la più delicata perchè è la fase dello sviluppo. Se ti posso dare un consiglio… se ti dicono di portarlo portalo, aggiungici il nuoto, aggiungici anche la riabilitazione posturale, puoi informarti presso un centro di fisioterapisti…. Ascolta chi ti segue perchè lo fa per te! se vuoi sapere di più chiedimi pure!

Commento di Loredana
Il 03/08/2016 alle 18:44

Ho 47 anni. Nel 1982 nel giro di pochi mesi mi sono ritrovata con una scoliosi di 40 gradi. Ho portato i corsetti alternandoli ogni 6 mesi con i gessi per 11 anni. Il corsetto ha cambiato il mio modo di essere,sia per le limitazioni fisiche ( ho portato sempre quello con il sottomento) che per quelle psicologiche. A quei tempi i materiali usati spesso davano allergie,e mi ritrovavo spesso con grandi decubiti dolorosissimi da sopportare. Lo portavo 23 ore su 24,ma poi alla fine mi sono abituata. Purtroppo all’età di 29 anni,dopo un periodo in cui sembrava la colonna si fosse assestata,sono peggiorata vertiginosamente,al punto che avevo delle forti crisi respiratorie e svenimenti e sono dovuta ricorrere all’intervento. E’ stato il periodo più duro della mia vita,ma l’ho affrontato,e dopo di quello ne ho avuti altri due di interventi. Oggi a 47 anni mi guardo indietro e penso di essere stata brava,e lo dico con orgoglio,perchè ho affrontato dolori inimmaginabili. Ma il dolore più atroce lo sto provando ora,con mio figlio,stessa scoliosi,stessa età mia,stesso corsetto,stesso destino. E’ qui che mi rendo conto quanto il dolore di una persona diventa vano difronte al dolore che deve affrontare un figlio. Oggi sto cedendo,mi sento debole ad affrontare un dolore che non è mio,che non posso gestire io e per il quale sono impotente.Se servisse a qualcosa rifarei altri tre interventi pur di evitare tutto questo a mio figlio. Ma purtroppo,ognuno ha un suo destino…..

Commento di Fabio Zaina
Il 04/08/2016 alle 16:22

Cara Loredana,
noi genitori riviviamo sempre la nostra vista in quella dei nostri figli, con tutte le gioie e i dolori passati. Ma i nostri figli non hanno il nostro stesso destino. Hanno la loro vita, fanno le loro scelte in maniera sempre più autonoma man mano che crescono, e il nostro compito è quello di aiutarli, guidarli e supportarli. Ma non certo di sostituirci a loro!
Quindi non si abbatta, ma combatta insieme a suo figlio con la stessa grinta con la quale ha combattuto da ragazza. Oggi esistono corsetti molto più efficaci e molto più tollerabili di quelli che si usavano quando lei era adolescente, e anche i protocolli di esercizi sono migliorati. E non tutte le scoliosi richiedono la chirurgia.
Legga anche questo articolo a proposito del corsetto Milwaukee che noi di ISICO non usiamo più
In bocca al lupo a lei e soprattutto a suo figlio!
Fabio Zaina

Commento di Giulia
Il 12/08/2016 alle 02:27

il 12/08/2016 alle 02:09/02:25
Ho 14 anni anni. Ho scoperto di avere un atteggiamento scoliotico all’età di 10 anni. Facendo visite, ho scoperto che è eridaria e c’è l’ho dalla nascita. Ho iniziato con 30° e in 3 anni sono arrivata a 69°. Grazie a un dottore un anno dopo ho fatto una visita approfondita e ho scoperto che dovevo mettere 2 gessi, li ho messi. La mia schiena da 69° è passata a 45° è sempre tanto….. Adesso ho il corsetto di plastica, a Settembre dovrò fare dei raggi per vedere se ci sono miglioramenti….
Il punto è che io amo un ragazzo…. ma il busto mi da degli impedimenti..
Non mi accetto, non posso fare sport, non voglio uscire di casa col busto perchè mentre cammino la gente mi guarda strana e io mi imbarazzo…
Devo indossare vestiti larghi per nascondere il busto, non posso fare tutto quello che fanno le mie amiche, nessuno mi accetta….
So di non essere l’unica, ma non ho amici che possiedono il busto come me e non posso consolarmi. I miei amici mi trattano come se fossi “malata”(non fare questo) (tu non puoi col “busto”) è brutto quando te lo fanno pesare….
Per colpa della schiena ho tanti problemi e nessuno mi accetta…
Adesso devo entrare alle superiori volevo farmi una nuova vita, nuovi amici , bè cose da ragazzi.. invece mi devo trovare con questo problema e alcuni mi prendono in giro. Ho bisogno di un consiglio su cosa fare…Sono rovinata..
Ho tutti i vestiti strappati, le piaghe, senza busto sono storta, non mi danno sostegno me lo fanno solo pesare, vorrei essere come le mie amiche, come le ragazze della mia età….
Tranquille, felici, fidanzate, innamorate e senza problemi-…. Famiglia perfetta, genitori perfetti… certo anche loro avranno c**** però non quanto quelli miei perchè le conosco e so che per loro problemi vogliono dire “mi sono lasciata” e basta senza capire che c’è gente peggio…notte..

Commento di Alessandra Negrini
Il 07/09/2016 alle 13:44

Cara Giulia,
nella vita capita a tutti di dover affrontare delle situazioni difficili, chi prima e chi dopo. La malattia, qualsiasi essa sia va prima accettata e poi affrontata.
Hai fatto la lista dei tuoi problemi, ora però non puoi permetterti di piangerti addosso, ma devi decidere cosa fare. Non fare nulla e continuare a compiangerti farà solo ingigantire il problema, e ti troverai a compiangerti sempre più. Quindi, purtroppo non c’è modo di fuggire dal tuo problema, puoi solo affrontarlo.
Le vie a tua disposizione sono: o proseguire la terapia che hai intrapreso, ma se non nutri fiducia nello specialista che ti segue, valuta se è il caso di consultarne un altro. Oppure rivolgerti a un chirurgo. E’ una scelta che non puoi fare sola, ma insieme ai tuoi genitori e parlandone con lo specialista che ti sta seguendo.
La via dell’intervento è più rapida, ma comporta dei rischi e l’immobilizzazione della colonna grazie al’inserimento di barre che stabilizzano la colonna vertebrale. L’intervento ottiene agendo dall’interno quello che il corsetto ottiene dall’esterno: la tua schiena rimane bloccata. La differenza fondamentale è che al termine della crescita toglierai il corsetto, mentre la correzione chirurgica stabilizza la tua schiena per tutta la vita.
La terapia con corsetto richiede tempo, nel tuo caso deve essere una terapia non “subìta” ma “scelta”, conoscendone pro e contro, con determinazione e sapendo che presto avrà termine. Nei momenti di rabbia e disperazione il corsetto ti appare come un nemico che ti limita e ti impedisce di essere come gli altri, ma sai anche tu che nei momenti di serenità in realtà ti accorgi che non sei diversa dai tuoi amici: ognuno ha i propri motivi per cui lamentarsi, che appaiono più gravi e importanti di quelli degli altri.
Ora è il momento giusto per combattere, non perdere altro tempo!
Forza Giulia!

Commento di Rosa
Il 15/09/2016 alle 20:43

Buongiorno ho 33 anni, nel novembre del 1993 mi è stata diagnosticata una scoliosi crociata dorso-lombare sinistro convessa nel tratto dorsale. Sono stata presa in cura dal Prof.Paolo Sibilla ho portato 2 corsetti di gesso e 2 di vetroresina. Ho ancora una leggerissima curva, mi sono comunque stabilizzata il Prof.Sibilla mi disse che avevo finito la cura che potevo fare una vita normalissima e svolgere qualsiasi tipo di sport tranne tennis solo saltuariamente, sorridendo aveva detto non la danza del ventre, in tutti questi anni la curva non si è modificata e sono pienamente soddisfatta del mio aspetto. Ai tempi dell’Università e del liceo ho fatto un po’ di palestra. Ora vorrei riprendere e volevo sapere se posso svolgere in palestra leggeri esercizi di body building con pesi leggeri e esercizi di pilates usando il foam rolling in verticale dietro la schiena o se preferibile altro. Grazie.
Rosa

Commento di Rosa
Il 20/09/2016 alle 16:52

Buongiorno ho 33 anni, nel novembre del 1993 mi è stata diagnosticata una scoliosi crociata dorso-lombare sinistro convessa nel tratto dorsale. Sono stata presa in cura dal Prof.Paolo Sibilla ho portato 2 corsetti di gesso e 2 di vetroresina. Ho ancora una leggerissima curva, mi sono comunque stabilizzata il Prof.Sibilla mi disse che avevo finito la cura che potevo fare una vita normalissima e svolgere qualsiasi tipo di sport tranne tennis solo saltuariamente, sorridendo aveva detto non la danza del ventre, in tutti questi anni la curva non si è modificata e sono pienamente soddisfatta del mio aspetto. Ai tempi dell’Università e del liceo ho fatto un po’ di palestra. Ora vorrei riprendere e volevo sapere se posso svolgere in palestra leggeri esercizi di body building con pesi leggeri e esercizi di pilates usando il foam roller (soft) in verticale dietro la schiena o se preferibile altro. Grazie.
Rosa

Commento di Silvana Parzini
Il 26/09/2016 alle 11:14

Cara Rosa,
fai bene a riprendere la sana abitudine di fare dell’attività fisica. Le indicazioni fornite dal Prof. Sibilla sono ancora valide: puoi svolgere lo sport che più preferisci – anche il tennis è consentito – evitando una mobilizzazione maggiore del bacino. Scegli l’attività motoria che più gradisci, dal pilates con l’utilizzo del foam rolling, agli esercizi di body building con carichi leggeri, a questi integrerei del cardio-fitness (tapis roulant, cyclette, step, ecc).
Nelle palestre ultimamente si utilizza molto l’allenamento funzionale, esercizi a corpo libero dove si alterna il lavoro muscolare a un determinato periodo di riposo. O ancora corsi di step, gag, o qualunque altra attività di tuo gradimento.
Insomma l’importante è muoversi divertendosi.
Ricordati però che è molto importante monitorare sempre negli anni la tua curva con visite almeno ogni 2 anni e una rx ogni 4-5 anni, per verificare che l’assetto globale della colonna vertebrale sia stabile nel tempo.
Buon allenamento!
Silvana Parzini e Monia Lusini

Commento di Keira
Il 24/01/2017 alle 14:01

Ciao, sono una ragazza di 17 anni, quasi 18. La mia esperienza col busto è cominciata quando avevo appena compiuto i 15. Che dire.. Io ho l’ipercifosi e iperlordosi, avevo 67 gradi sopra e 62 sotto se non ricordo male. Ho fatto 4 mesi di gesso e sono migliorata e poi altri 3 subito dopo, per un totale di 7 mesi in cui stavo uno schifo. Già da prima soffrivo di attacchi di panico, che sono famosi per avere come sintomo principale la “mancanza” d’aria. Vi dico solo che grazie alla somma di tutti questi problemi, più altri personali/familiari sono finita sotto antidepressivi. Ma mi sono fatta forza e ho combattuto, ho smesso di prenderli e ho sopportato la mancanza d’aria, le crisi e tutto il resto.
Ho pensato “piuttosto che non provare nulla preferisco soffrire”. Ora da un anno e mezzo porto il corsetto ortopedico sforzesco.. E talvolta mi ritrovo a rimpiangere il busto in gesso e penso d’essere pazza.
Questo è veramente troppo stretto.
Certo, ora so gestire i miei problemi, ma il busto davvero, è l’unica cosa che non sopporto. Proprio non mi va giù, ma non per la gente che possa giudicarmi, ho imparato a fregarmene, ma perché è più forte di me. Sentirmi costretta in un guscio di plastica e ferro mi fa impazzire. Non mi do pace e davvero non so che fare. Io mi impegno, sto provando a metterlo 20 ore al giorno, anche se a volte trasgredisco. Però sto male, sono facilmente irritabile e scatto per delle cavolate. Non so come accettarlo, non so come calmarmi.
Io leggo di tante persone, ragazze come me che sono addirittura felici. Io ogni volta che tossisco o mi ammalo sento di spezzarmi le costole. Certamente so che non è possibile, ma mi fanno male da morire.
Mi sento una stupida a non poterci convivere, anche perché ho quasi 18 anni e dovrei essere più responsabile. Ma sul busto proprio non mi riesce. Vi prego di darmi qualche consiglio.

Buona fortuna a tutti quelli costretti al busto.. siate forti anche per me.

Keira.

Commento di Arianna
Il 24/01/2017 alle 19:23

Ciao sono Arianna e ho 11 anni, ho trovato questo blog e ho pensato fosse carino scrivere anche la mia opinione.
Porto il corsetto da poco più di un mese, ho la scoliosi ha 46°…
Devo dire che all inizio non è stato per niente semplice! Piangevo sempre e pensavo che non ero normale..
Mi grattava tantissimo e volevo toglierlo sempre!!
Ma lo mettevo abbastanza spesso…
Poi però dopo una visita con il mio dottore, ho capito che la mia non è una malattia, ma non la posso risolvere, ma se metto il corsetto per le ore che mi hanno assegnato (23/24) … mi aveva fatto un bel discorso!
Dà quel giorno ho tirato fuori il coraggio!
Prima non volevo andare a scuola con il busto per paura che mi prendessero in giro, ma poi sono andata e non se ne accorto nessuno!!
Da quella visita lo ho sempre messo!
Per ben 2 volte lo addirittura messo per 24 ore!!
Ragazze, basta abituarsi e poi sembra che non lo hai piu!
Stiamo un po “lottando” , ma sono sicura che ce la possiamo fare!!

Commento di Arianna
Il 24/01/2017 alle 19:25

Scusate per gli errori di ortografia!!

Commento di Kiara
Il 27/02/2017 alle 17:20

Salve,
ho 16 anni e h scoperto di avere la scoliosi a 11 anni!! E da due anni il medico mi ha prescritto il busto dalle 10 alle 12 ore!Ma io nn l’ho messo sempre… E ora sento di avere anche dei dolori alla schiena… E leggendo questi commenti di altre mie coetanee forse ho ritrovato il coraggio di riprovarci… Grazie a tutte!

Commento di Vittoria
Il 08/03/2017 alle 23:32

Ciao a tutti,mi chiamo Vittoria ed ho 14 anni.
Porto il corsetto sforzesco da ormai un anno e premetto che non sono mai riuscita ad accettarlo del tutto.
Fin da quando i medici lo avevano prescritto,io mi ero rifiutata di metterlo e piangevi a giornate perchè avevo paura di non essere accettata e di non poter essere più una 14enne normale.In quel periodo lì,passava ore e ore a piangere,senza neanche sapere ciò che mi aspettava.Il 26 Marzo 2016 l’ho messo,ed inizialmente non respiravo e per dormire dovevo usare le medicine.Avevo molto spesso mal di schiena e dovevo portarlo 21 ore al giorno.Da Aprile fino a Maggio ho cominciato ad accettarlo un po’ di più,nonostante il caldo si facesse sentire.D’estate è stato l’inferno,avevo 21 giorni in tutta l’estate in cui potevo levarlo 7 ore ed il resto dei giorni 5 ore.Passata l’estate,cominciava il liceo.Quel periodo lì è stato molto brutto.Capite che,essere in una nuova scuola con compagni nuovi è giá molto imbarazzante.Figuratevi per una ragazza che non può alzare le mani perchè sennò le si vede il busto.Alle bimbe lo dissi subito, perchè vedendoci in palestra,mi avevano visto e non mi escluderlo.Anzi,cercavano di aiutarmi.Le mie migliori amiche mi dicono sempre che il problema non è la gente,ma sono io che mi faccio molti film mentali su ciò che potrebbero dire;alla fine però possono solo rimanere un po’ stupito se ti danno una gomitata sul busto☺Ora sono arrivata a 7 ore,e spero che questo cammino si concluda presto.
Vittoria

Commento di Anna
Il 02/05/2017 alle 18:14

Ciao sono Anna ho 13 anni (14 a luglio) fra un po dovrò mettere il corsetto cheneau ma non voglio. Ho una scoliosi di 45° e ho paura dell intervento e per questo sono costretta a metterlo. In verita io non voglio metterlo per il fastidio ma per un difettp fisico che mi procurera. Quest anno devo andare al liceo e ho paura di non essere accettata dai miei futuri amici…tutti i miei familiari mi dicono che è una cosa per il mio bene ( ma questo gia lo so). Forse pensandoci (conoscendomi) ho piu paura chd io non mi senta accettata dai miei amici delle medie( che ancora devono vedermi con il corsetto) e dai miei amici futuri. Potete rispondermi voi che avete gia affrontato una situazione similie? Cosa pensate, sono io che mi faccio troppi problemi o sara cosi? Vi prego rispondetemi…vi voglio bene

Commento di Carlo
Il 02/05/2017 alle 19:47

Ciao Anna,mi chiamo Carlo,quando ero adolescente,ho dovuto portare anch’io il corsetto,fra l’altro il Milwaukee(quello con il collare),anch’io ho vissuto le tue stesse paure,ma voglio rassicurarti,passati i primi giorni nei quali tutti ti chiederanno cosa ti è successo poi con il passare dei giorni per loro sarà come se tu non lo portassi il corsetto
Il mio consiglio è quello assolutamente di portarlo per tutte le ore che ti saranno prescritte ,poi andando a scuola ,non cercare di nasconderlo,anzi dillo apertamente che porti un busto e se ti va faglielo anche vedere,ti assicuro che è un buon metodo per smorzare la loro curiosità e quindi il considerarti un allinea
Mi raccomando per nessuna ragione devi smettere di portarlo la tua è una scoliosi abbastanza importante e non puoi permetterti di sgarrare
Se seguirai la prescrizione del medico nel giro di qualche anno avrai risolto il tuo problema
Ti mando un abbraccio ciao
Carlo

Scrivi un commento